È morto a Roma a 91 anni Luciano De Crescenzo, icona partenopea del cinema e della letteratura, pilastro di una Napoli che non c’è più. La notizia della scomparsa di De Crescenzo arriva a poche ore da quella di Andrea Camilleri, altro pezzo fondamentale della cultura meridionale. Gli ammiratori della sua arte lo ricordano commossi sui social network. Tra  loro, numerosi personaggi popolari che hanno affidato a piattaforme quali Twitter, Instagram e Facebook il proprio ricordo. Renzo Arbore è stato uno tra i primi a ricordarle il filosofo scomparso in una nota stampa:

Con la scomparsa di Luciano De Crescenzo perdiamo tutti un grande amico. Era un maestro per tutte le cose belle che c’ha fatto conoscere. È una gravissima perdita per la cultura italiana e per la città di Napoli di cui era un esponente fiero ed orgoglioso.

I ricordi: da Barbara D’Urso a Salvatore Esposito

Diversi altri sono i personaggi noti che stanno ricordando De Crescenzo sui social in queste ore. Barbara D’Urso ha pubblicato una foto che la ritrae insieme all’artista e ha scritto: “Avevo 17 anni e già eravamo amici, amici, amici. Intelligente, coltissimo, autoironico, divertente. Ciao Luciano”. Salvatore Esposito lo ha salutato citando uno dei suoi versi più famosi: “Addio Maestro !!! ‘Siamo angeli con una sola ala: possiamo volare soltanto abbracciati’”. Ha condiviso il medesimo saluto la cantante Emma Marrone. Si aggiunge alla lista l'attrice Giovanna Rei: "Ciao Lucianino mio , lasci un grande vuoto , mi hai insegnato tante cose e mi hai spiegato aspetti della vita alla tua maniera , semplificandoli arrivando all'essenza, lasci un grande vuoto, la tua mente eccelsa resterà unica ed inimitabile ma so anche che eri tanto stanco e che purtroppo desideravi questo momento. Ovunque tu sia ti terrò sempre stretto nel mio cuore".

Lory Del Santo che con lui diede inizio alla sua carriera

Lo saluta pubblicamente anche Lory Del Santo che a De Crescenzo attribuisce il merito di averle permesso di dare inizio alla sua carriera: “Luciano, un uomo meraviglioso a cui devo l'inizio della mia carriera. Se lui non mi avesse chiesto il numero di telefono non avrei partecipato al mio primo lavoro in RAI. Sei stato grande. Un bacio”.