Morto a causa del coronavirus l'attore Mark Blum, volto noto del cinema e della serialità televisiva americana, celebre soprattutto per la partecipazione ad alcuni titoli noti del passato, dal film "Cercasi Susan Disperatamente" a "Crocodile Dundee", passando per "I Soprano", fino alla recente partecipazione alla serie "You". L'attore aveva 69 anni e a dare la notizia del suo decesso sono stati i membri della sua compagnia teatrale, la Playwrights Horizons. A confermarla è stato Variety. Questo il ricordo della compagnia attraverso un messaggio pubblicato su Twitter:

Con amore e in modo accorato la Playwrights Horizons omaggia Mark Blum, un caro amico e un consumato artista che è passato a miglior vita questa settimana. Grazie per tutto ciò che hai portato al teatro.

La carriera di Mark Blum

Blum era originario del New Jersey ed ha iniziato a recitare negli anni 70, durante i quali ha avuto anche il riconoscimento di un Obie Award. La sua carriera ha avuto i picchi massimi a metà degli anni Ottanta, prima grazie alla sua partecipazione al film "Cercasi Susan disperatamente", in cui interpretava il ruolo di Gary, e poi per il ruolo nel film "Mr. Crocodile Dundee", del 1986, che poi ebbe anche un sequel. Oltre al già citato ruolo nella serie Netflix "You", ha recitato anche nelle serie “Sweet Surrender,” “Capital News,” “Frasier,” “NYPD Blue,” “Mozart in the Jungle” e “Coin Heist.

Il coronavirus e il mondo dello spettacolo

La notizia della morte di Blum non può non assumere una rilevanza ancora maggiore proprio in relazione alle cause del decesso, ovvero il coronavirus, che sta iniziando a contare le sue vittime anche nel mondo della letteratura, dell'arte e dello spettacolo. Nonché numerosi casi di contagio, viste le notizie relative a Tom Hanks e sua moglie, l'attore Idris Elba e l'attrice de La Casa di Carta Itziar Ituno.