23 Settembre 2021
18:59

Morto Roger Michell, addio al regista di Notting Hill

Il regista, dopo che in passato aveva avuto diversi problemi di salute, è morto all’età di 65 anni, così come ha annunciato un suo collaboratore che “con grande tristezza” ha appreso la notizia della morte avvenuta mercoledì dalla famiglia. Dopo una formazione da regista teatrale, nel 1999 arriva al successo planetario con Notting Hill, che incassa 360 milioni di dollari in tutto il mondo.
A cura di Andrea Parrella

È morto Roger Michell. Il regista, dopo che in passato aveva avuto diversi problemi di salute, è morto all'età di 65 anni, così come ha annunciato un suo collaboratore che "con grande tristezza" ha appreso la notizia della morte avvenuta mercoledì dalla famiglia.

Roger Michell ha diretto diversi film in carriera, ma il titolo più celebre che ha firmato è sicuramente il classico del 1999, Notting Hill, con protagonisti Julia Roberts e Hugh Grant, divenuto uno dei maggiori successi del cinema britannico nella storia.

La carriera del regista

Sudadricano, Michell è nato a Pretoria ma ha trascorso buona parte della sua infanzia a Beirut, Damasco e Praga, per via del lavoro del padre, un diplomatico costretto a spostarsi spesso per lavoro. Durante la sua permanenza in Inghilterra frequenta l'Università di Cambridge e in età molto precoce, a soli 17 anni, riceve notevole attenzione per le sue capacità di regista. In quell'anno, infatti, viene premiato con il “Royal Shakespeare Company Goodbody Award”.

Alla fine degli anni '70 Michell si sposta definitivamente a Londra, lavorando come assistente alla regia teatrale al fianco di autori quali John Osborne e Samuel Beckett. Negli anni successivi comincia a scrivere e dirigere alcuni suoi progetti e con “Private Dick” nel 1982, una commedia che vince il premio per il miglior opera d'avanguardia al Festival di Edimburgo, in Scozia. Diversi i premi che vince anche negli anni successivi, come il “Drama Desk Award” per aver diretto “ Some Americans Abroad”, una dark-comedy.

Il successo di Notting Hill

Negli anni Novanta dirige due miniserie e un documentario per la televisione inglese, prima di ottenere un ingaggio come regista nel 1995 di Persuasione, adattamento cinematografico di un romanzo di Jane Austen. In questo stesso periodo partecipa alla lavorazione di un altro titolo molto noto degli anni Novanta, Trainspotting, al fianco di Danny Boyle. Nel 1999 attiva invece la grande occasione di Notting Hill, che incassa 360 milioni di dollari in tutto il mondo e afferma Michell come regista di fama mondiale.

Successivamente gli viene anche affidata la regia de Il mandolino del capitano Corelli, nel 2001, ma un attacco cardiaco lo costringe a rinunciare. Torna alla regia con Ipotesi di reato, con Ben Affleck e Samuel L. Jackson. Negli anni successivi sarà alla regia di altri nove film, di cui l'ultimo, The Duke, del 2020.

Nino Frassica smentisce l'addio di Terence Hill a Don Matteo: "Solo un arrivederci"
Nino Frassica smentisce l'addio di Terence Hill a Don Matteo: "Solo un arrivederci"
Terence Hill dice addio a Don Matteo, l'ultima scena dell'attore
Terence Hill dice addio a Don Matteo, l'ultima scena dell'attore
1.213 di Daniela Seclì
Don Matteo 13, il cast e i colleghi salutano Terence Hill: "Grazie"
Don Matteo 13, il cast e i colleghi salutano Terence Hill: "Grazie"
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni