Ci lascia all'età di 84 anni Seymour Cassel, attore americano dalla filmografia vastissima, candidato all'Oscar nel 1968 per "Volti" di John Cassavetes. Nato a Detroit nel 1935, si è spento a Los Angeles il 7 aprile per complicazioni legate al morbo di Alzheimer. Il suo ultimo film, ancora senza data d'uscita, è "Time Framed", con lo Ian Somerhalder di "Vampire Diaries".

La carriera con John Cassevetes

La prima parte della sua carriera è legata indissolubilmente al grande regista John Cassavetes, Maestro del cinema indipendente americano. Si conobbero a New York a fine anni Cinquanta e diedero il via a un'amicizia e a una collaborazione artistica che portò Cassel a recitare con lui a partire dal cult "Ombre", in cui aveva un piccolo ruolo e del quale era anche produttore associato. Per il marito di Gena Rowlands, l'attore del Michigan lavorò spesso sia come attore che come operatore alla macchina da presa: recitò in "Blues di mezzanotte", il già citato "Volti", "Minnie e Moskowitz", "L'assassinio di un allibratore cinese" e "Love Streams – Scia d'amore". Cassel definì Cassavetes uno dei suoi migliori amici di sempre.

I film con Wes Anderson

Cassel ha recitato anche in molte serie tv, mentre l'ultima parte della sua carriera è legata al regista Wes Anderson, per cui ha interpretato tre film. L'attore è stato Bert Fischer in "Rushmore" (il padre del protagonista impersonato da Jason Schwartzman), Dusty in "I Tenenbaum" ed Esteban du Plantier in "Le avventure acquatiche di Steve Zissou". Tra i titoli interpretati da Cassel, si ricordano anche la serie "Batman", "Convoy – Trincea d'asfalto", "Dick Tracy", "Colors – Colori di guerra", "Proposta indecente" (era l’autista di Robert Redford), "E.R. – Medici in prima linea" e "Freerunner".