Il mondo di Bollywood piange la morte di una delle sue più grandi stelle, sebbene fosse ancora molto giovane, si tratta di Sushant Singh Rajput, l'attore 34enne ritrovato morto nel suo appartamento a Mumbai. Stando a quanto affermato dalla polizia che ha rinvenuto il corpo e quanto riferito dalla Bbc e dai media indiani, si tratterebbe di suicidio. Il giovane soffriva di depressione da diverso tempo e questa sarebbe stata la spinta che lo ha portato a porre fine alla sua vita.

Era una star della tv e del cinema

Noto per aver interpretato svariati ruoli sia al cinema che in televisione, uno dei suoi personaggi più noti è stato quello del giocatore di cricket M.S. Dhoni, per il quale ha ricevuto apprezzamenti dal pubblico e dalla critica. Era diventato ben presto una star della tv, interpretando uno dei ruoli principali nella soap "Pavitra Rishta" e debuttando a Bollywood nel 2013 con il film "Kai Po Che" che lo ha reso famoso. Nel 2019 è approdato anche su Netflix partecipando alla serie tv "Drive" accanto all'attrice Jaqueline Fernandez. Da tempo, secondo le testate britanniche il 34enne combatteva contro la depressione e guardando agli ultimi avvenimenti della sua vita, quest'ultimo periodo non deve essere stato semplice.

La morte dell'attore ha sconvolto l'India

La sua morte, infatti, è arrivata pochi giorni dopo quella del suo ex manager Disha Salian, scomparsa la settimana scorsa dopo essersi buttata dal 14esimo piano di un palazzo a Mumbai. L'ultimo post pubblicato su Instagram dalla star indiana ricorda la morte della madre, avvenuta nel 2002, quando era ancora un ragazzino e accanto alla foto scrive: "Passato sfocato che evapora dalle lacrime, Sogni infiniti che scolpiscono un arco di sorriso, e una vita fugace, negoziare tra i due". Una ferita che non si è rimarginata, quindi, e che ha arrecato stupore anche nella autorità. La notizia della sua scomparsa è stata accolta con  grande commozione nel Paese, dove in tanti gli hanno reso omaggio, incluso il primo ministro indiano Narendra Modi, che ha dichiarato: "Un giovane brillante attore che se ne e' andato troppo presto. Eccelleva in TV e nei film. La sua scalata nel mondo dell'entertainment era stata fonte di ispirazione per molti, e lascia il ricordo di varie memorabili interpretazioni. Sono scioccato dalla sua morte"