Addio a un altro grande caratterista del cinema e del piccolo schermo. All'età di 81 anni di è spento Yaphet Kotto, morto il 14 marzo nelle Filippine. Era noto soprattutto per i ruoli del cattivissimo Kananga in Agente 007 – Vivi e lascia morire, film della saga di James Bond, e di Parker nel capolavoro Alien di Ridley Scott. In tv aveva interpretato Al "Gee" Giardello, nella serie poliziesca Homicide: Life on the Street.

La carriera di Yaphet Kotto

In Alien
in foto: In Alien

Nato a New York City, il 15 novembre 1939, Kotto si formò a teatro e iniziò a recitare al cinema e in tv negli anni 60. Dopo alcune serie tv, apparve in Il caso Thomas Crown, alternando sempre piccole parti televisive (La grande vallata, Bonanza, Gunsmoke) a film. La grande occasione arrivò con Agente 007 – Vivi e lascia morire, primo film di Bond con Roger Moore, quello con Jean Seymour e la splendida Live and Let Die in colonna sonora. Kotto vi interpretava il dittatore caraibico corrotto Dr. Kananga che in realtà è un trafficante di droga conosciuto come Mr. Big. Fu invece il tristemente noto tiranno ugandese Idi Amin Dada nel tv movie I leoni della guerra. Il passaggio tra i 70 e gli 80 lo videro convolto in due importanti film, la pietra miliare della fantascienza firmata da Ridley Scott Alien e il dramma carcerario Brubaker con Robert Redford. Fu Othello nell'omonimo film tratto da Shakespeare, il Detective Harry Lowes nel celebre Condannato a morte per mancanza di indizi con Michael Douglas, il maggiore Connolly in Allarme rosso, Alonzo Mosley in Prima di mezzanotte con Robert De Niro, William Laughlin nel thriller di fantascienza L'implacabile con Arnold Schwarzenegger. Il suo personaggio più iconico degli anni 90 (dopo diraderà le sue apparizioni, comparendo però, non accreditato, in The Wire) resta quello di Al Giardello, tenace tenente di polizia afro-italoamericano, ruolo che ha interpretato in tutte e sette le stagioni di Homicide: Life on the Street (e in qualche episodio crossover di Law and Order).

Homicide: Life on the Street
in foto: Homicide: Life on the Street

Il ricordo della moglie

Kotto lascia sei figli e la terza moglie Tessie Sinahon, che ha scritto sui social: "Sono rattristata e ancora scioccata per la scomparsa di mio marito Yaphet. Hai interpretato un cattivo in alcuni dei tuoi film, ma per me sei un vero eroe e anche per molte persone. Un uomo buono, un buon padre, un buon marito e un essere umano dignitoso, molto raro da trovare. Uno dei migliori attori di Hollywood, una leggenda. Riposa in pace Tesoro, mi mancherai tutti i giorni, il mio migliore amico, la mia roccia".