15 Aprile 2010
18:47

Oscar ai siti web ispirati ai film più famosi

E se l’Oscar venisse dato ai siti web dei film? Un’ipotesi ancora irrealizzabile nell’anno in cui Internet è candidato al premio Nobel.
A cura di Enrica Raia
oscar assegnati anche ai siti web dei film

Alzi la mano chi non hai mai esplorato il web alla ricerca di informazioni sui film appena visti o di prossima uscita al cinema. Qualunque sia l’uso che ne venga fatto, che si tratti di leggere una trama o vedere un trailer, è certo che i siti web rappresentano una vetrina fondamentale per un film che voglia avere successo. Un successo che molto spesso premia chi realizza materialmente un prodotto, ignorando chi sta dietro la promozione online. Non è forse un po’ ingiusto che nell’anno in cui Internet è candidato ufficialmente al nobel, nemmeno un briciolo di apprezzamento pubblico sia dato agli sviluppatori dei siti web dei film?

Senza voler usurpare il ruolo di prestigio dell’Academy Motion Picture, Smashing magazine ha provato ad immaginare chi si aggiudicherebbe l’Oscar, se ad essere premiato fosse il sito web e non il film a cui è associato. Una modo assai simpatico per osservare da vicino anche le ultime tendenze in fatto di design web. La categoria più prestigiosa di questa cerimonia virtuale, neanche a dirlo, è quella intitolata Grafica. E se vi chiedete chi possa essere mai il vincitore assoluto, beh la risposta è scontata. Alice in wonderland, of course! Una combinazione perfetta di illustrazioni digitali e una miriade di piccoli elementi grafici in Wonderland-style, fanno di questo design una vera squisitezza per gli occhi. La palma  del più interattivo va al sito di Piovono polpette, una vera e propria prelibatezza virtuale da visitare in cui la fa da padrona la pioggia di cibo personalizzabile. Il sito che invece è più di tutti in armonia con le atmosfere – in questo caso assai lugubri – del film a cui è associato, è quello di District 9. Merita una menzione a parte, anche un film ‘fuori concorso’ ma altrettanto meritevole in tal senso: The Hurt Locker. Il carattere tipografico un po’ sporco, colori sabbia e le immagini di sfondo, rendono il sito del film di Kathryn Bigelow che ha trionfato ai veri Oscar, un complemento degno e in piena linea col film.

L’Oscar ai migliori contenuti esclusivi va invece a The Wolfman, per le affascinanti leggende sull’uomo lupo impersonato sullo schermo da Benicio Del Toro. A sorpresa, Bastardi senza gloria di Tarantino si aggiudica ben due premi: miglior sito in Flash, per l’uso elegante e discreto fatto della grafica animata e miglior carattere tipografico di scrittura. Per chi scrive, l’interfaccia in assoluto più interessante visivamente parlando resta il profilo oscuro e minaccioso dell’isola che rievoca nel sito promozionale le stesse suggestive atmosfere che troviamo in Shutter Island, il nuovo straordinario film di Martin Scorsese. E secondo voi a chi va dato l’Oscar?

Enrica Raia

Il segreto dei suoi occhi, il film argentino premio Oscar al cinema
Il segreto dei suoi occhi, il film argentino premio Oscar al cinema
Il Tribeca Film Festival apre al web: film e interviste visibili online
Il Tribeca Film Festival apre al web: film e interviste visibili online
Il miglior film del 2009? Sondaggio per  voi lettori
Il miglior film del 2009? Sondaggio per voi lettori
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni