Il lutto per l'immensa perdita di Ennio Morricone ha coinvolto anche Papa Francesco, che ha telefonato personalmente alla vedova del grande compositore, Maria Travia, per esprimere il suo cordoglio. Si è trattato di una "telefonata breve e affettuosa", secondo quanto riporta l'ANSA, per far sentire la sua vicinanza alla famiglia del Maestro. La chiamata è avvenuta nel tardo pomeriggio del 7 luglio ed è durata alcuni minuti: il pontefice ha assicurato le sue preghiere per Morricone, scomparso lunedì 6, e per tutta la sua famiglia.

Quando Ennio Morricone pianse per Papa Francesco

Il musicista premio Oscar e la moglie Maria avevano avuto modo di conoscere personalmente Papa Francesco, quando Morricone aveva composto una messa per il bicentenario della ricostituzione della Compagnia del Gesù, dopo la soppressione del 1773. Prima dell'esecuzione, i due coniugi avevano incontrato Bergoglio e si erano commossi fino alle lacrime, come aveva raccontato lo stesso compositore in occasione di un'intervista per i suoi 90 anni. "Ho pianto solo due volte, per Mission e per Papa Francesco", aveva svelato Morricone. Con il pontefice aveva parlato del massacro dei Gesuiti ritratto proprio nel celebre film di Roland Joffé, la cui colonna sonora resta una delle più grandiose e indimenticabili tra quelle da lui composte.

La famiglia di Ennio Morricone

Maria Travia è stata al fianco di Morricone per 70 anni: i due si erano conosciuti nel 1950 e si erano sposati nel 1956. Dal loro lunghissimo amore sono nati quattro figli: Andrea, Giovanni, Marco e Alessandra. Andrea ha seguito le orme del padre ed è diventato un compositore: ha lavorato con il genitore alle musiche di "Nuovo cinema Paradiso". Giovanni è invece produttore e regista. Morricone ha ricevuto funerali privati e riposa nel Cimitero Laurentino di Roma.