121 CONDIVISIONI
23 Luglio 2014
10:29

Philip Seymour Hoffman non lascia eredità a figli per non viziarli, persi 15 milioni

Philip Seymour Hoffman, morto pochi mesi fa, non aveva predisposto che il suo patrimonio andasse ai figli per evitare che dessero tutto per scontato. I soldi, circa 35 milioni di dollari, finiranno alla compagna: non essendo sua moglie saranno soggetti alla più alta tassazione.
A cura di Andrea Parrella
121 CONDIVISIONI

Il caso della morte di Philip Seymour Hoffman ha scosso il mondo intero qualche mese fa, essendo arrivato praticamente d'improvviso: l'attore fu ritrovato senza vita nel suo appartamento di Manhattan ed è stato confermato la morte sia sopraggiunta a causa di un'overdose. La famiglia, che già da tempo era spaccata visto che la moglie aveva deciso di allontanarsi da lui a causa dei suoi problemi di droga, onde evitare che danneggiasse i suoi figli, si è chiusa successivamente nel dolore per la perdita. Ma la questione Hoffman ritorna nelle ultime ore per motivi relativi all'eredità che l'attore, prima della sua morte, aveva deciso di non lasciare direttamente ai suoi figli. In linea con un discorso fatti da molti personaggi illustri nei tempi recenti, uno su tutti Sting, Hoffman aveva deciso che nulla del suo considerevole patrimonio, dovesse finire direttamente tra le mani dei ragazzi, semplicemente per evitare che divenissero dei "trust fund boys", ovvero dei bambini viziati che dessero tutto per scontato.

Hoffman non voleva figli viziati

Aveva così privilegiato l'idea che tutto andasse alla sua compagna, la quale si sarebbe comunque presa cura, sempre, dei figli, non facendogli mancare nulla e garantendo che potessero studiare e crescere tra San Francisco e New York sviluppando proprie passioni e preferenze, ricevendo i giusti stimoli culturali che permettessero loro di trovare un lavoro nel campo preferito. Un gesto nobile da parte sua, che conserva insita una problematica di fondo: la compagna di Hoffman era appunto la compagna e non la moglie, cosa che ha comportato una perdita complessiva sull'eredità di un bel po' di soldi.

Patrimonio decurtato di 15 milioni di dollari

Il patrimonio lasciato da Hoffman è stimato intorno alla cifra tutt'altro che irrisoria di 35 milioni di dollari. Perché potessero essere trasferiti integralmente, Hoffman avrebbe dovuto sposare la donna con la quale ha avuto i suoi figli oppure, in alternativa, predisporre un fondo apposito per i ragazzi. Ma l'attore era contrario al matrimonio e, appunto, non aveva alcuna intenzione che i suoi soldi finissero in mano ai ragazzi in maniera indiscriminata. Per questo motivo i soldi finiranno alla compagna, ma verranno sottoposti all'aliquota più alta di tassazione per la successione: 15 dei 35 milioni di dollari andranno così perduti. Ma il gesto nobile di Hoffman resta.

121 CONDIVISIONI
“Synecdoche, New York”, il ritorno in sala di Philip Seymour Hoffman
“Synecdoche, New York”, il ritorno in sala di Philip Seymour Hoffman
“La Spia – A Most Wanted Man”, il thriller con Philip Seymour Hoffman
“La Spia – A Most Wanted Man”, il thriller con Philip Seymour Hoffman
Per
Per "Hunger Games", Philip Seymour Hoffman non è stato ricreato in digitale
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni