25 Gennaio 2011
17:48

Qualunquemente, Che bella giornata, Immaturi: campioni d’incassi

Qualunquemente, Che bella giornata ed Immaturi confermano il periodo d’oro del cinema italiano attestandosi dopo questo weekend campioni d’incasso.
A cura di Francesco Zullo

Qualunquemente, Che bella giornata, Immaturi: il tridente delle meraviglie del cinema italiano. Questo week end ha colorato di bianco rosso e verde il podio  dei boxoffice dei cinema mettendo ai primi tre posti per incassi tre pellicole tutte italiane , gli annunciati campioni di incasso Antonio Alabanese e Checco Zalone si sono visti affiancare dal progetto corale degli Immaturi di Paolo Genovese.

Checco Zalone si è visto scalzare dall'altro meridionale, Cetto La Qualunque, che ha esordito proprio questo fine settimana sugli schermi, due visioni della meridionalità completamente differenti per questi fenomeni d'incasso, da una parte l'ingenua ignoranza del Checco di Che Bella Giornata (trailer), che qualche volta sembra quasi sfiorare l'idiozia, presa a pretesto per smontare tutta una serie di preconcetti e differenze culturali sia tra il nord e sud della penisola, ma anche tra il nord ed il sud del mondo, rappresentato dallo scontro tra, appunto, Checco e Farah araba e in cerca di vendetta.

Completamente differente è il Cetto La Qualunque, immaginato da Antonio Albanese per la televisione e portato al cinema in Qualunquemente (trailer); l'imprenditore calabrese è un coacervo dei peggiori difetti non solo dei meridionali ma di un pò tutti gli italiani, disonesto, maschilista, razzista Cetto La Qualunque si fa convincere a partecipare alle elezioni di sindaco per la pericolosa deriva legalitaria in cui versa la sua regione, piani regolatori, tasse addirittura  scontrini fiscali per lui sono oramai inconcepibili. Così decide di entrare nell'arena politica con parole d'ordine semplici e chiare estrinsecate dallo stesso nome del suo partito PDP: Partito  Du Pilo. In un periodo in cui la cronaca sembra leggere il copione del film Antonio Albanese porta al cinema questo urticante, ma diciamolo apertamente, divertentissimo personaggio che in tantissimi aspettavano al cinema.

E dietro i due campioni il primo tra tutti gli altri film si piazzano gli Immaturi (trailer): Raul Bova, Luca e Paolo, Ambra Angiolini, Barbara Bobulova e Riky Menphis che questa volta ci fanno sorridere su quella generazione che era già stata protagonista al cinema, nelle pellicole di Gabriele Muccino ad esempio, quei 38/40 ancora incompiuti che per una maniera o l'altra davvero non sono ancora cresciuti. Genovese decide di farne una commedia esorcizzando uno dei suoi incubi, ma anche uno di quelli di chi vi scrive: non aver mai sostenuto l'esame di maturità. Così costringe i suoi personaggi a questa tortura  del ritorno sui libri per la preparazione dell'esame di maturità, in un ritorno all'adolescenza o forse in un definitivo saluto ad essa, da segnalare le ottime interpretazioni di Raul Bova e di un Ricky Menphis eccezionale

Tre commedie davvero interessanti, che grazie alle risate riescono a darci anche uno sguardo critico, ma non ossessivamente pesante, ai difetti della nostra società riprendendo la strada della grande commedia all'italiana degli anni 50/60. Tre tra i film in sala più interessanti che questa ricca stagione cinematografica sta  offrendo e che andrà tenuta d'occhio, per questo vi invito a tenervi costantemente aggiornati sui film in uscita e a non perdervi nessun film trailer visitando le sezioni del nostro sito aggiornate continuamente.

Qualunquemente, Immaturi, Che bella giornata: la classifica del box office
Qualunquemente, Immaturi, Che bella giornata: la classifica del box office
Cinema oggi: Qualunquemente, Vallanzasca, Che bella giornata, Immaturi
Cinema oggi: Qualunquemente, Vallanzasca, Che bella giornata, Immaturi
Qualunquemente, Che bella giornata, Immaturi: trionfa la commedia al Box Office
Qualunquemente, Che bella giornata, Immaturi: trionfa la commedia al Box Office
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni