C'è stato un tempo in cui Brad Pitt e Tom Cruise si contendevano la piazza più alta nell'olimpo dei sex symbol hollywoodiani. Quel tempo è un po' lontano, il fascino dei due attori è certamente maturato, ma i due attori si sono ritrovati al centro di una notizia delle ultime ore che attizza di nuovo il fuoco della loro ‘rivalità'.

A provocare l'incrocio tra Brad Pitt e Tom Cruise è stato Quentin Tarantino, che ha raccontato un retroscena della fase preparatoria a "C'era una volta a Hollywood", il suo ultimo film nelle sale americane da pochi giorni e in arrivo in Italia il 19 settembre. Brad Pitt non è stata l'unica strada sondata per il ruolo di Cliff Booth, ma il regista aveva preso in considerazione anche la possibilità di coinvolgere Tom Cruise. "Ne abbiamo discusso – ha detto Tarantino nel corso di un podcast di MTV – Quel tipo è un grande e ci siamo trovati bene insieme. Magari ci sarà modo di collaborare in qualche altro progetto". 

Parole che non sembrano mettere in alcuna maniera in discussione l'apprezzamento di Tarantino per i due protagonisti del film, DiCaprio e Pitt, che sarebbero stati da sempre le prime scelte per il progetto. "La realtà – ha aggiunto Tarantino – è che avrei potuto avere almeno otto paia di attori che avrebbero potuto funzionare in quei ruoli. Quelli che ho avuto alla fine erano la mia scelta numero 1. Ma non potevo dare nulla per scontato e mi toccava pensare anche a delle altre opzioni possibili".

C'era una volta a Hollywood, la trama

Come lascia intendere questo primo montato, il film è incentrato sull'attore televisivo Rick Dalton (DiCaprio) e sulla sua controfigura Cliff Booth (Pitt), che cercano di farsi strada nella Mecca del cinema. Siamo nel 1969 e sullo sfondo della vicenda si consuma uno degli eventi più sanguinosi della storia americana: il massacro di Cielo Drive commissionato da Charles Manson alla sua setta di adepti, che assassinarono un gruppo di persone in una casa di lusso a Los Angeles, tra cui la moglie di Roman Polanski Sharon Tate (all'epoca incinta all'ottavo mese).

Il cast

Il cast, oltre ai nomi già citati, comprende Al Pacino, Emile Hirsch, Bruce Dern, Dakota Fanning, Damian Lewis, Kurt Russell, Tim Roth, Michael Madsen, Timothy Olyphant, James Marsden, Lena Dunham, Scoot McNairy, Damon Herriman. Con loro due figlie d'arte (Maya Hawke e Rumer Willis, figlie rispettivamente di Ethan Hawke e Uma Thurman e Bruce Willis e Demi Moore) e Luke Perry nel suo ultimo ruolo cinematografico.