Sta per arrivare su Apple Tv+ la seconda stagione di Servant, la serie prodotta da M. Night Shyamalan, di cui l'attore inglese Ruper Grint è uno dei protagonisti. In una chiacchierata incentrata sugli sviluppi di questa serie che l'ha riportato al centro della scena, non manca una menzione sulla più volte ipotizzata possibilità di indossare nuovamente i panni del personaggio che gli ha dato la notorietà, ovvero quelli di Ron Weasley. La risposta, però, potrebbe far sussultare il cuore dei fan.

La possibilità di essere di nuovo Ron

Sono passati da anni da quando Ruper Grint, Daniel Radcliffe e Emma Watson hanno interpretato i ruoli degli inseparabili amici, nonché maghi, di Howards facendosi spazio nel cuore di ogni appassionato della saga che, ovviamente, oltre alla lettura dei libri di J.K. Rowling ha assaporato anche la loro trasposizione cinematografica. Il successo senza eguali della saga ha portato più volte i suoi creatori a pensare di rimettere mano ad un nuovo film che prenda spunto dall'opera teatrale Harry Potter e la maledizione dell'erede, dove Ron torna da adulto, sposato con Hermione e con al seguito i figli Rose e Hugo Granger-Weasley. Perciò l'attore ha dichiarato:

Non lo so. Voglio dire, mai dire mai. Non direi mai: “Assolutamente no”. È stata una parte enorme della mia vita e sono molto affezionato a quel personaggio e alle loro storie. Quindi sì, voglio dire, sarei pronto al momento giusto. Non so in quale modalità sarebbe, ma sì, vedremo.

Rupert Grint papà

Intanto la sua carriera da attore continua piuttosto bene e in questi mesi il 31enne ha messo radici ed è anche approdato su Instagram, facendo il suo ingresso nel mondo dei social che aveva evitato per anni. Rupert Grint è poi diventato papà della piccola Wednesday, avuta dalla sua compagna, l'attrice Georgia Groome, conosciuta proprio sul set di Harry Potter e con la quale ha una storia d'amore che dura da oltre dieci anni.