180 CONDIVISIONI
7 Settembre 2013
19:56

“Sacro GRA” di Gianfranco Rosi vince il Leone D’Oro a Venezia 70

A sorpresa il documentario di Rosi “Sacro GRA” vince il Leone d’Oro alla 70esima Mostra del Cinema di Venezia.
A cura di Daniela Scotto
180 CONDIVISIONI

La piccola rivoluzione del Direttore Alberto Barbera a Venezia 70 non poteva che avere esito migliore: da quest'anno i documentari sono in concorso ed il vincitore del Leone D'Oro non soltanto è uno di questi, ma è anche, e finalmente, di un italiano. A Gianfranco Rosi il Leone d'Oro della 70esima Mostra del Cinema di Venezia con "Sacro GRA", il racconto delle città invisibili che orbitano intorno al Grande Raccordo Anulare di Roma, l'immenso agglomerato periferico, fallimento di tante utopie urbanistiche, teatro di quelle storie incredibilmente autentiche così ben raccontate dal regista. Erano tanti i titoli su cui si era scommesso, "Philomena" di Stephen Frears dato quasi per scontato, "La Jalousie" di Garrel rimasto invece totalmente all'asciutto. Questo Leone d'Oro farà scalpore di certo, un'opera di non finzione che vince inaspettatamente su tutte le altre, nonostante fosse per la prima volta in concorso. Una svolta, una provocazione, o semplicemente un premio ad uno dei pochi titoli che ha raccontato un mondo diverso, nuovo, sconosciuto, compito non ultimo del cinema? Intanto, per il genere documentaristico e per l'Italia è una grande vittoria, dopo 15 anni dall'ultimo Leone D'oro in patria (1998, "Così rodevano" di Gianni Amelio) staremo a vedere se aprirà una nuova epoca produttiva e critica.

180 CONDIVISIONI
"Sacro GRA": intervista a Gianfranco Rosi, Leone d'oro 2013
4.937 di Cultura Fanpage
Le città invisibili ai bordi del raccordo in
Le città invisibili ai bordi del raccordo in "Sacro Gra" di Gianfranco Rosi
Sacro Gra - il trailer ufficiale del documentario di Gianfranco Rosi
Sacro Gra - il trailer ufficiale del documentario di Gianfranco Rosi
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni