La pandemia da coronavirus non blocca i grandi eventi ma, semplicemente (e almeno per quest'anno) li trasforma. Ne abbiamo avuto prova con il Concertone del Primo maggio, divenuto un evento streaming che non ha perso di qualità ed emozione, o con l'Eurovision Song Contest, che ha sostituito la gara con una serie di appuntamenti online. La notizia più clamorosa è però quella del San Diego Comic-Con 2020, la più importante convention di fumetti, cinema, serie tv e cultura pop al mondo, che si terrà comunque, nonostante il Covid. Sarà però una versione rinnovata e "casalinga", totalmente virtuale e online: il Comic-Con At Home, destinato probabilmente a influenzare il settore. C'è da scommettere infatti che fiere analoghe come l'italiano Lucca Comics and Games o magari festival come Cannes e Venezia si porranno sulla stessa scia dando vita a edizioni telematiche, ad alto uso di tecnologia.

Cos'è il Comic-Con di San Diego

Per chi non lo conoscesse, il Comic-Con di San Diego è una manifestazione fondata nel 1970, che si tiene ogni anno a luglio, dura 4 giorni ed è dedicata al mondo delle arti, del cinema e dei fumetti. Da culla del mondo nerd, negli ultimi anni si è trasformato e ampliato progressivamente, diventando una vera e propria vetrina per cinecomic, blockbuster e serie televisive, che ospita le grandi star di Hollywood pur mantenendo un'atmosfera anti-glamour e assolutamente famigliare, senza lustrini né red carpet. L'evento è un'occasione per lanciare trailer e notizie sul futuro del cinema di genere: se da questo punto di vista è certamente la fiera più prestigiosa al mondo, quanto a capienza di pubblico è ben inferiore al Comiket di Tokyo e al Lucca Comics and Games, per i limiti del San Diego Convention Center (che tiene al massimo 130mila persone).

Come si svolgerà il Comic-Con 2020

L'edizione 2020 doveva svolgersi dal 23 al 26 luglio e al momento non è dato sapere se le date saranno le medesime, né quale sarà il programma del festival. Lo spot diffuso dalle pagine social ha però annunciato una versione da seguire interamente da casa. Il filmato è autoironico e scherza sulle caratteristiche meno positive del Comic-Con tradizionale, come la difficoltà a reperire i biglietti e le leggendarie file chilometriche per accedere ai panel vip (le code spesso durano anche 12 ore):

Prossimamente… Avrete il parcheggio gratuito, sedie comode, snack personalizzati, niente file, animali domestici ammessi, badge per tutti e un posto in prima fila per…  Comic-Con At Home. Ci vediamo quest'estate

Naturalmente, certi aspetti (come i cosplay) non potranno essere replicati, ma le potenzialità di un'edizione digitale possono essere molto alte. Resta da capire anche se comprenderà appuntamenti gratuiti o se sarà necessario acquistare un abbonamento, come funzionerà la fruizione da casa di eventuali panel e conferenze e come verrà invece gestita la parte fieristica (gli espositori venderanno online?). Se dovesse essere visibile in tutto il mondo, il nuovo Comic-Con potrebbe ampliare il suo raggio e avere, per la prima volta, milioni e milioni di partecipanti.