5 CONDIVISIONI

Scarlett Johansson in lacrime, la diva scopre che alcuni parenti sono morti nell’Olocausto

L’attrice si è commossa in un programma televisivo della rete Pbs, in cui ha appreso per la prima volta che alcuni parenti materni di religione ebraica morirono nel ghetto di Varsavia ai tempi dell’occupazione nazista.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Spettacolo Fanpage.it
A cura di Valeria Morini
5 CONDIVISIONI
Immagine

Scarlett Johansson si commuove in una trasmissione della rete televisiva americana Pbs. Stavolta la tv del dolore, che sembra dominare i palinsesti contemporanei con storielle commoventi create ad arte e un vero e proprio sfruttamento di fatti privati e delicati, non c'entra: le lacrime della diva di Hollyood sono sincere, contenute e sobrie, provocate da una scoperta legata a uno degli avvenimenti più drammatici della Storia. In una puntata del programma "Finding Your Roots", la Johansson ha infatti appreso per la prima volta che alcuni suoi parenti ebrei morirono nell'Olocausto nazista, durante la Seconda guerra mondiale.

Il prozio era nel ghetto di Varsavia con i figli

I giornalisti del programma, che indaga sulle radici familiari di personaggi famosi, hanno fatto la clamorosa scoperta grazie ad alcuni documenti trovati allo Yad Vashem, il museo dell'Olocausto di Gerusalemme. In essi si desume che il fratello del bisnonno materno dell'attrice, Mosze Szlamberg, viveva nel ghetto di Varsavia con i due figli Zlata e Mandil, rispettivamente di 15 e 17 anni. Nessuno di loro è sopravvissuto: i due ragazzi risultano morti nel ghetto, mentre luogo e data del decesso del padre restano sconosciuti.

La reazione di Scarlett Johansson

Nel leggere i loro nomi, la diva non è riuscita a contenere la commozione. "Mi ero ripromessa di non piangere", ha dichiarato, "Ma è difficile non farlo. Voglio dire, è impossibile immaginare un tale orrore. È davvero assurdo. È incredibile che il mio bisnonno Saul vendeva banane su Ludlow Street e quanto era diverso stare in quel momento in America. Quanto è stato diverso il destino di un fratello rispetto a quello dell'altro. Questa scoperta mi fa sentire ancor più legata a questa parte della mia famiglia". Erano oltre 400mila gli ebrei intrappolati nel ghetto di Varsavia, ai tempi dell'invasione nazista: soltanto circa 20mila sopravvissero alla Shoah, gli altri morirono di stenti, nella rivolta del 1943 o a causa delle deportazioni nei lager.

Le origini della Johansson

Scarlett Johansson è nata nel 1984 a New York dall'architetto di origine danese Karsten Johansson (a sua volta figlio dello scrittore e regista Ejner Johansson) e dalla produttrice ebrea Melanie Sloan. L'attrice ha doppia cittadinanza (americana e danese) ed è di religione ebraica come la madre: Melanie proviene da una famiglia Aschenazita di origini polacche e bielorusse (gli Aschenaziti sono i discendenti delle comunità ebraiche medievali della valle del Reno e, più genericamente, dell'est Europa). Come Scarlett ha spiegato, il suo bisnonno materno faceva il droghiere a Manhattan; nel 2012, la nonna Dorothy Sloan era al suo fianco mentre l'attrice riceveva la sua stella sulla Hollywood Walk of Fame.

https://www.youtube.com/watch?v=-6qWtB2FGOc
5 CONDIVISIONI
"Mia nonna è la sosia di Scarlett Johansson": la foto diventa virale ma ciò che accade dopo vi stupirà
"Mia nonna è la sosia di Scarlett Johansson": la foto diventa virale ma ciò che accade dopo vi stupirà
di WebMix
Scarlett Johansson celebra Pamela Anderson senza trucco alla Paris Fashion Week: "Un gesto potente"
Scarlett Johansson celebra Pamela Anderson senza trucco alla Paris Fashion Week: "Un gesto potente"
Portman: "Terrorismo sessuale quando avevo 13 anni", Johansson: "Basta assecondare"
Portman: "Terrorismo sessuale quando avevo 13 anni", Johansson: "Basta assecondare"
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni