Sean Connery è morto, lasciando ancora più triste questo drammatico 2020. La scomparsa del leggendario attore scozzese, per sette volte nei panni di James Bond in "007", premio Oscar per "Gli intoccabili" e indimenticabile icona di tanti film, lascia un vuoto nel mondo del cinema (da cui pure si era ritirato da tempo) come testimoniano le tante reazioni di cordoglio che stanno affollando i social. Daniel Craig, che ha ereditato lo smoking di James Bond da Connery e dagli altri attori che hanno interpretato l'agente segreto più famoso (e longevo) al mondo, ha riferito in una dichiarazione pervenuta a Usa Today di aver provato "grande tristezza" alla notizia.

Sir Sean Connery sarà ricordato come Bond e molto di più. Ha definito un'epoca e uno stile. L'arguzia e il fascino che ha interpretato sullo schermo potevano essere misurati in mega watt; ha contribuito a creare il blockbuster moderno. Continuerà a influenzare attori e registi negli anni a venire. Ovunque si trovi, spero ci sia un campo da golf (in riferimento alla passione dell'attore per lo sport, ndr).

Parla il premier scozzese

Si è espresso anche il primo ministro della Scozia, Nicola Sturgeon: "Sean era una leggenda mondiale ma, prima di tutto, era uno scozzese patriottico e orgoglioso. La sua imponente presenza all'apertura del Parlamento scozzese è stato un segno della sua dedizione al suo paese. È stato un sostenitore per tutta la vita di una Scozia indipendente e quelli di noi che condividono questa convinzione gli devono un grande debito di gratitudine".

Il ricordo dei produttori di 007

A breve distanza dalla notizia della morte di Sean Connery, sono arrivate le parole dei produttori della saga Michael G. Wilson e Barbara Broccoli: "Era e sarà sempre ricordato come il James Bond originale il cui ingresso indelebile nella storia del cinema iniziò quando annunciò quelle parole indimenticabili: "Il nome è Bond… James Bond". Ha rivoluzionato il mondo con la sua interpretazione cruda e spiritosa dell'agente segreto sexy e carismatico. Senza dubbio è in gran parte responsabile del successo della serie di film e gliene saremo per sempre grati".

Le reazioni delle star di Hollywood

Questi alcuni dei tweet dei colleghi. Sam Neill (con lui in "Caccia a ottobre rosso", uno dei suoi film più iconici): "Ogni giorno sul set con Sean Connery è stata una lezione pratica su come recitare sullo schermo. Ma tutto quel carisma e potere erano assolutamente unici per Sean. RIP grande uomo, grande attore". Stephen King ha condiviso la foto del "suo primo ruolo da protagonista, come un pugile finito (nella serie tv  The Square Ring, ndr). Era un bravo attore e, a detta di molti, un bravo ragazzo" .“Sono cresciuto idolatrando Sean Connery. Una leggenda sullo schermo e fuori", ha scritto Hugh Jackman, mentre il villain di "007 – Il mondo non basta", Robert Carlyle ha twittato: "RIP Sir Sean Connery .. un pioniere, una vera leggenda e un gentiluomo".