25 Dicembre 2012
12:40

Spike Lee contro Tarantino: “Non andrò a vedere Django”

Il regista afroamericano si schiera contro Tarantino, affermando che il suo film tratti la vicenda dello schiavismo degli afro-americani in maniera distorta e non rispettare quello che è un vero e proprio olocausto.
A cura di Andrea Parrella
Quentin Tarantino

Spyke Lee si scaglia contro l'ultimo film di Quentin Tarantino, Django Unchained. Lo ha confermato in una dichiarazione, manifestando avversità alla mancanza di rispetto che il regista ha fatto trasparire nei confronti di quello che Lee definisce un olocausto per i suoi antenati, ovvero la lotta degli schiavi afro-americani. Ha sostenuto che l'argomento sia stato trattato in maniera distorta, motivo per cui non si recherà nelle sale. Ecco la sua dichiarazione, ovviamente comunicata tramite Twitter:

Non andro' a vedere Django Unchained. Sarebbe una mancanza di rispetto verso i miei antenati. La storia della schiavitù non e' uno spaghetti western alla Sergio Leone. E' stato un Olocausto, i miei antenati erano schiavi, rapiti dall'Africa

Tarantino ritira l'Oscar per la sceneggiatura di Django
Tarantino ritira l'Oscar per la sceneggiatura di Django
Dopo Django, Tarantino riscriverà ancora una volta la storia
Dopo Django, Tarantino riscriverà ancora una volta la storia
Tarantino rivela:
Tarantino rivela: "Django? Volevo fosse Will Smith"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni