E arrivato il giorno di "Sulla mia pelle", l‘attesissimo film che documenta gli ultimi giorni di vita di Stefano Cucchi presentato alla mostra del cinema di Venezia. Il 12 settembre la pellicola verrà resa disponibile nelle sale cinematografiche italiane e, in contemporanea su Netflix, che ha appunto prodotto il film con protagonista Alessandro Borghi, diretto da Alessio Cremonini. proprio l'elemento dell'uscita in contemporanea nelle sale e sulla piattaforma streaming, assoluta novità nel panorama cinematografico italiano, ha colto di sorpresa il pubblico e generato non poche polemiche in queste ultime settimane tra gli esercenti.

Le sale italiane in cui verrà proiettato "Sulla mia pelle"

Decisamente poche, soprattutto in considerazione del peso mediatico potenziale del film, le sale italiane che hanno deciso di mettere "Sulla mia pelle" in programmazione a partire dal 12 settembre. Il motivo lo spiega Lucky Red, confermando come molti esercenti abbiano desistito proprio a causa della disponibilità del contenuto in contemporanea su Netflix, mostrando dunque poca partecipazione. Sono circa 140 i cinema italiani che hanno in programmazione "Sulla mia pelle" a partire dal 12 settembre e spicca il numero esiguo delle sale in particolare nei grandi centri urbani come Roma, Milano e Napoli.

Gli eventi cancellati da Facebook

Il problema della distribuzione è stato amplificato, nei giorni scorsi, anche dall'inibizione su Facebook di molti eventi creati per la proiezione non autorizzata del film in luoghi di incontro e di ritrovo come università, centri sociali e associazioni. Decisione, quella di far cancellare gli eventi non autorizzati, cui era seguita una scia di polemiche oltre ad una palese manifestazione di dissenso da parte di Ilaria Cucchi, sorella di Stefano. Con un messaggio pubblicato su Facebook giorni fa, Cucchi aveva sostanzialmente mostrato dispiacere e amarezza per la decisione di cancellare gli eventi.

Le spiegazioni di Lucky Red

Come precisato dalla stessa Lucky Red, dato anche il valore sociale del film, non c'è stato un tassativo divieto di proiezioni alternative, ma l'espressa richiesta di ritardare questo genere di eventi rispetto alla data di uscita nelle sale, così da evitare di gravare ulteriormente sull'affluenza nelle sale già penalizzata e limitata dalla disponibilità di "Sulla mia pelle" in contemporanea su Netflix. L'organizzazione di proiezioni del film in università, centri sociali e luoghi pubblici vari nello stesso giorno di uscita del film nelle sale sarebbe stata certamente in grado di influire negativamente sui potenziali introiti per le sale che hanno deciso di acquistare copie del film.

Alessandro Borghi invita il pubblico alla visione in sala

Nel giorno di lancio del film anche Alessandro Borghi, dalla sua pagina Instagram, rivolge un messaggio a tutti i potenziali spettatori, invitandoli chiaramente a scegliere la sala per godersi il film e preferire quindi il cinema alla visione domestica su Netflix:

Lo dico anche qui.

Questo film è nato per la sala.
Per le persone.
Per condividere l'emozione, i respiri, i pensieri.

Sarebbe stato meraviglioso poter venire da ognuno di voi, ma per questioni di lavoro non ce la farò.
Il più grande regalo che voi possiate fare a me e a questo film è sapervi seduti, tutti insieme, per farvi raccontare questa storia.

Lo so, non è in tutte le sale, lo so.
Non dipende da noi.
Dipende da tanti altri motivi che non sto qui a spiegarvi.
Chi può lo faccia.
Chi vuole lo faccia.

Per il cinema.
Per voi.

Il cast di "Sulla mia pelle"

Il film "Sulla mia pelle" è diretto da Alessio Cremonini, Alessandro Borghi (Stefano Cucchi) è la star di film come “Suburra”, “The Place”, “Napoli velata” e, l’anno scorso, è stato il padrino della 74esima edizione del Festival di Venezia. Jasmine Trinca (Ilaria Cucchi) in bacheca ha già una caterva di premi, tra cui 1 David di Donatelo, 4 Nastri d’Argento  e 2 Ciak d’Oro e con Borghi ha già lavorato in “Fortunata”, di Sergio Castellitto. La pellicola le ha fatto vincere il Premio come Miglior interpretazione femminile nella sezione Un Certain Regard al Festival di Cannes 2017. Il resto del cast è composto da Max Tortora e Milvia Marigliano, rispettivamente nei panni dei Giovanni e Rita Cucchi, genitori di Stefano e Ilaria e poi da Paolo D Bovani, Italo Amerighi (medico obitorio), Emanuele Cerman (Agente Pertini), Andrea Lattanzi (amico di Stefano), Mauro Conte, Andrea Ottavi, Walter Nestola, Daniele Blando, Gabriele Coppola e Mauro Mandolini.