Da settimane il film sulla bocca di tutti è senza ombra di dubbio il Joker diretto da Todd Phillips e interpretato da Joaquin Phoenix. La pellicola sta ottenendo un riscontro impressionante ai botteghini ed è riuscito a superare ampiamente le aspettative di pubblico della vigilia, rispetto a un film dal budget decisamente inferiore ai grandi cinecomics e i blockbuster più noti degli ultimi anni: 64 milioni di dollari il costo finale dell'operazione, in cui è compresa anche la cifra destinata all'attore protagonista, senza ombra di dubbio il valore aggiunto dell'intera operazione.

Ma quanto ha guadagnato Phoenix per interpretare Joker? La domanda se la ponevano in molti ed ora è arrivata la risposta, rimbalzata nelle ultime ore sulle fonti di stampa specializzata. Il cachet di Joaquin Phoenix per Joker è stato di 4.5 milioni di dollari complessivi. Una cifra certamente rivelante, ma non certo stratosferica se comparata ai compensi di altri attori protagonisti di film altisonanti: Daniel Craig, come svelato da Variety, incassa circa 25 milioni di dollari per vestire i panni di 007 in Bond 25. E soprattutto una cifra che appare marginale per un ruolo che lo proietta direttamente nella lista dei favoriti per l'Oscar come miglior attore nel 2020.

Proprio sulla possibilità di vincere l'Oscar si basano le indiscrezioni relative a un sensibile aumento di cachet se mai dovesse andare in porto l'idea di proporre un sequel di Joker. Il premio dell'Academy a Phoenix farebbe inevitabilmente schizzare in alto le sue quotazioni, rendendo inevitabile un compenso maggiore per l'eventuale operazione di un seguito del film che ha per protagonista Artur Fleck, liberamente ispirato al cinecomic di Batman. La combinazione dei due fattori porterebbe certamente Phoenix a veder lievitare il proprio compenso. Anche adesso, tuttavia, non si può dire che se la passi male.