6 Maggio 2013
13:43

Tinto Brass a Firenze per le riprese del film sulla sua vita

Il regista, che sarà a Firenze per ricevere il “Premio Excelsior” alla carriera, girerà alcune scene del film incentrato sulla sua vita, diretto dall’amico e collega Massimiliano Zanin.
A cura di Aureliano Verità

Sabato prossimo, Tinto Brass, che da poco ha compiuto 80 anni, sarà al "Disco Excelsior", un locale di lap dance a Firenze, nel quale il celebre regista italiano girerà alcune scene di "Istinto Brass", il docu-film sulla sua vita. La pellicola racconta attraverso materiali inediti, retroscena e una lunga intervista, la movimentata carriera artistica del cineasta, dai momenti pubblici, fino agli aspetti più intimi e privati. Proprio in occasione della sua visita nel capoluogo toscano, Brass avrà modo di ritirare anche il "Premio Excelsior" alla carriera, destinatogli per il merito di aver saputo portare il cinema erotico italiano, a un livello internazionale dagli anni '60 a oggi. Il progetto del biopic è prodotto da Think'o Film insieme a Federico Lami, un giovane imprenditore toscano appassionato di cinema e sarà diretto dal regista Massimiliano Zanin, che ben conosce il protagonista della pellicola, in quanto sceneggiatore e assistente di Brass da oltre dieci anni.

Il film sarà un resoconto sulla vita e sulla carriera artistica del maestro dell'eros, arricchito dai tanti contributi dei numerosi artisti e colleghi che hanno voluto omaggiarlo e che in quasi 50 anni, hanno avuto modo di incrocare il suo cammino. Tra di loro ritroviamo, fra gli altri, Gigi Proietti, Stefania Sandrelli, Serena Grandi e l'attore Franco Nero, reduce dal successo di “Django Unchained” di Tarantino nel quale aveva un breve cameo. Il regista del film ha così commentato il suo riconoscimento professionale e umano a Tinto Brass:

È un vero maestro, un anarchico del cinema e un genio assoluto, ma soprattutto penso sia un artista nel vero senso della parola. Ha saputo affermare il suo cinema al di là di ogni imposizione e censura, con mille battaglie e dovendo rinunciare spesso ai favori della critica. E come tutti i veri artisti Tinto è un benefattore. Il suo messaggio di libertà, la sua rappresentazione continua del piacere come vittoria dell'eros sul thanatos e il suo modello di donna libera e liberata in grado di rompere gli schemi vogliono indicare al pubblico una visione positiva della vita, una via da seguire verso la libertà dell'individuo e dunque verso un maggiore benessere nel mondo.

Non poteva mancare il lato “trash” della cerimonia di consegna del “Premio Excelsior”, durante il quale infatti, lo stesso Tinto Brass sceglierà il miglior lato B, scegliendo tra le 50 contendenti che potranno prendere parte alla nuova pellicola attualmente in fase di produzione.

Tinto Brass:
Tinto Brass: "Chi è Belen Rodriguez? Non la conosco, non mi interessa"
Caterina Varzi e l'amore con Tinto Brass:
Caterina Varzi e l'amore con Tinto Brass: "A me il sesso non interessava, l'ho reso più pudico"
Black Brass Band ---JEEG ROBOT
Black Brass Band ---JEEG ROBOT
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni