Si erano interrotte a febbraio le riprese a Venezia di Mission: Impossible 7, l'ennesimo capitolo della saga con protagonista Tom Cruise. La motivazione, manco a dirlo, l'emergenza coronavirus, che aveva costretto cast e troupe a interrompere la lavorazione all'improvviso a causa dello scoppio dell'epidemia, che in una fase iniziale aveva colpito in particolare la Lombardia e proprio il Veneto.

Ma adesso Tom Cruise vuole riprendere ed è notizia di queste ore che, non appena la legge lo permetterà, e con le dovute precauzioni, desidera tornare in Laguna a girare, sia per dare un segnale al settore, attualmente bloccato e in crisi profonda per il futuro prossimo, sia per dare un segnale in termini di sostegno economico ad una città che, mai come adesso, è stata completamente svuotata dall'effetto pandemia.

Tom Cruise vuole aiutare Venezia

A riportare la notizia dell'interesse di Cruise a tornare a girare a Venezia quanto prima è il The Sun, che riporta le parole di una fonte anonima: "Tom si rifiuta di girare da qualche altra parte perché vuole far affluire i suoi milioni in una delle aree più colpite dal COVID-19, così da aiutarla a riprendersi. I responsabili della produzione avevano tentato di trovare una location alternativa, ma a lui non ne andava bene nessuna. È un gesto davvero premuroso nei confronti della città e sarà sicuramente accolto bene dai veneziani. L’Italia ha iniziato ad allentare le misure del lockdown e con la riapertura di parchi, fabbriche e cantieri, i responsabili di Mission: Impossibile e lo stesso Tom Cruise sono convinti che non ci vorrà ancora tanto tempo prima di riprendere le riprese, quindi hanno già iniziato una serie di discussioni su come fare".

La pellicola, diretta da Christopher McQuarrie, potrebbe dunque essere una delle prime produzioni a riprendere una volta che i protocolli avranno chiarito in che modo il cinema potrà tornare a funzionare in sicurezza. La data d'uscita iniziale, il 23 luglio 2021, è stata posticipata al 19 novembre dello stesso anno.

Lo stop alle riprese a febbraio

Le riprese di Mission: Impossible 7 si erano fermate il 23 febbraio scorso, quando la troupe aveva dovuto interrompere la lavorazione in seguito alle improvvise misure restrittive imposte in Veneto dal governatore Zaia. Misure che avevano bloccato in albergo lo stesso protagonista, inizialmente impossibilitato a muoversi e sottoposto a misure di sicurezza ferree che per giorni gli hanno impedito di lasciare l'albergo nel quale alloggiava.