4 Aprile 2013
20:26

“Tsunami Tour”, il film che narra la campagna elettorale di Grillo (VIDEO)

Uscirà nelle sale il 10 aprile con il sottotitolo evocativo “Un comico vi seppellirà”. Racconta il tour con il quale Grillo ha conquistato quasi il 30% dell’elettorato italiano.
A cura di Andrea Parrella
Immagine

Mentre il mondo della politica continua ad essere in totale subbuglio anche grazie (o per merito) del M5s, il 10 aprile uscirà al cinema un film, sarebbe meglio dire road movie, che narra l'impresa dello Tsunami Tour, quel giro dell'Italia effettuato in camper da Beppe Grillo e dal suo ridimensionato staff prima delle elezioni, che ha permesso al MoVimento di ottenere quasi un terzo dei voti dei cittadini alla tornata del 24-25 febbraio scorso.

Si tratta di un racconto nel quale si vedono immagini inedite, inedite, Grillo colto nei momenti più insoliti, anche quando sta per aendare a dormire. Da quanto si vede dal trailer, la percezione che il regista Francesco G. Raganato vorrebbe suscitare nello spettatore  è quella di un viaggio che è stato davvero all'insegna del quasi pauperismo, l'appoggio da parte dei cittadini autoctoni nelle zone nelle quali si sono trovati a passare. Insomma, nella sostanza quella reale vicinanza col popolo che sarebbe stata la chiave per lo strepitoso successo ottenuto alle ultime elezioni. Il titolo è evocativo: Tsunami Tour – Un comico vi seppellirà. Prodotto dalla Todos Contentos y yo tambien e scritto da Gianluca Santoro e Chiara Burtolo, chissà se il film racconterà solo una faccia di quanto è stato il tour di Grillo, quella trasparente ed aggressiva che anche l'opinione pubblica ha assunto, oppure riesca a rivelarci qualcosa che non abbiamo saputo.

Immagine
Scomparso nello tsunami del 2004, è stato ritrovato 17 anni dopo in un ospedale psichiatrico
Immagine
Forte scossa di terremoto in Giappone, rientra l'allerta tsunami
Immagine
Terremoto magnitudo 7.5 in Nuova Caledonia: paura per l'allerta tsunami
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni