In esclusiva su Fanpage.it il trailer del film ‘18 regali‘, ispirato alla storia di Elisa Girotto. Era il 2017 quando il coraggio di questa donna trevigiana di quarant'anni, ha riempito le pagine dei giornali e ha commosso gli italiani. Aveva circa 40 anni ed era diventata mamma da poco, quando ha appreso di avere una forma aggressiva di cancro al seno. Prima di morire, ha scelto 18 regali da lasciare alla figlia Anna, perché potesse crescere avvertendo sempre la sua amorevole presenza. La storia di Elisa è diventata un film diretto da Francesco Amato. Uscirà nelle sale il 2 gennaio.

La trama del film '18 regali'

Alessio ha ricevuto una importante missione dalla moglie Elisa. Per i prossimi diciotto anni, dovrà consegnare alla figlia Anna, un regalo da parte della madre nel giorno del suo compleanno. La donna è morta dopo aver lottato contro il cancro, ma prima di andarsene ha predisposto tutti i doni che avrebbero accompagnato la piccola Anna fino alla maggiore età. Alessio esegue con precisione questo compito, non dimenticandosi mai di consegnare il dono di Elisa alla figlia. Nel giorno del diciottesimo compleanno di Anna, però, un senso di profondo malessere invade l'adolescente. Rimane l'ultimo regalo da scartare e già avverte quel senso di vuoto che l'accompagnerà negli anni a venire. Così, scappa dalla festa organizzata dal padre Alessio. Vaga per la strada fino a quando non viene investita. Ad un passo dalla morte, vede Elisa. In un percorso denso di emozioni, Anna conoscerà sua madre.

La vera storia di Elisa Girotto

Elisa Girotto era una funzionaria di banca originaria di Maserada sul Piave. Per lei era un momento di straordinaria felicità. Aveva da poco partorito, dando alla luce una splendida e tanto desiderata bambina. Finalmente poteva stringere la piccola Anna tra le sue braccia. Poi la diagnosi spietata: una forma aggressiva di cancro al seno. Il sentiero percorso da Elisa Girotto e dal marito Alessio Vicenzotto si è fatto tortuoso e funestato dai rovi. Le visite, gli interventi chirurgici, la chemioterapia: una lotta coraggiosa ed estenuante contro il carcinoma. Elisa Girotto sopportava tutto per amore di Anna e per realizzare il sogno di vederla crescere, ma il cancro continuava a propagarsi fino a raggiungere i polmoni e il fegato. Non c'era più niente da fare. Era luglio del 2017 quando Elisa seppe che le restavano due mesi di vita"Pensavo qualcosa di più. Non importa, riusciremo a fare tutto lo stesso": commentò la mamma trevigiana, ormai concentrata solo sull'obiettivo di lasciare nella vita della figlia, tracce del suo amore. Raccolse le sue ultime forze per pianificare meticolosamente, 18 regali da dare ad Anna per altrettanti compleanni: vestiti, libri, messaggi vocali perché la figlia potesse conoscere la sua voce, quaderni pieni zeppi di pensieri e poi un mappamondo che indica tutti i Paesi che avrebbe voluto visitare insieme a lei. A settembre 2017, Elisa Girotto si è spenta, lasciando una importante lezione sintetizzata dalle parole del marito:

"Elisa vedeva la vita per quello che era e la affrontava sempre con il sorriso sulle labbra, non perdendosi mai d’animo e godendo di ogni secondo che le veniva concesso. Spero che la storia di mia moglie aiuti le persone a riflettere sull’importanza dell’amore verso la vita, che va sempre vissuta a pieno, anche nei momenti di difficoltà".

La storia d'amore di Elisa e Alessio Vicenzotto

Elisa, prima di lasciare questa vita, aveva conosciuto il vero amore. Aveva 35 anni quando incontrò e si innamorò, ricambiata, di Alessio Vicenzotto. Entrambi disillusi, ma al tempo stesso consapevoli di ciò che stava nascendo tra loro. L'uomo ha raccontato al Gazzettino: "Abbiamo capito molto presto che il nostro era stato un incontro speciale, di quelli che ti rivoluzionano la vita". La gravidanza sembrava essere l'ultimo tocco di una vita che sembrava perfetta. Poi la malattia, la fretta di Elisa di portare a termine la loro casa per darle la sua impronta, quindi il matrimonio celebrato il 14 agosto: "È stata una giornata speciale. Ma non abbiamo neppure fatto in tempo a scegliere insieme le foto. E neppure a scartare i regali". Poi Elisa è volata via, facendo un'ultima richiesta ad Alessio: "Mi diceva ‘Devi sorridere. Il sorriso è bello per chi lo fa e bello per chi lo riceve'".

Vittoria Puccini è Elisa Girotto

A interpretare Elisa Girotto sarà Vittoria Puccini. L'attrice si è detta colpita dal coraggio della donna. Per essere certa di restituire la sua essenza, ha parlato a lungo sia con il marito di Elisa, che con gli altri membri della famiglia:

"È stata incredibile la generosità con cui Alessio e il resto della famiglia ci ha accolti. Abbiamo visto i diari di Elisa, la lista dei regali, ci è stato permesso di entrare davvero nel mondo che dovevamo poi raccontare. Quando ho preso in mano la lista vera dei regali che Elisa ha lasciato ad Anna è stata un’emozione sconvolgente e ho percepito con esattezza l’importanza di questa eredità. È un film emozionante perché celebra la vita, il coraggio di una donna che trova il modo di accompagnare la figlia fino ai diciotto anni pur non essendoci fisicamente. È un film sull’amore".

Edoardo Leo è Alessio Vicenzotto

Edoardo Leo interpreterà Alessio Vicenzotto, marito di Elisa Girotto e depositario dell'importante missione affidatagli dalla moglie. L'attore ha dichiarato: "Quando ho letto la sceneggiatura di 18 regali mi sono entusiasmato. Una storia come quella di Elisa Girotto e Alessio Vicenzotto andava raccontata con rispetto, con attenzione, con una cura maggiore rispetto ad altre storie, proprio perché riguarda persone vere. In questo caso ci sono state le condizioni giuste di sensibilità per farlo. È bastato abbandonarsi alla visione del regista. Questa non è la storia di un lutto, noi raccontiamo la storia di un grande amore, di un amore straordinario e spero sia la cosa che più rimarrà impressa agli spettatori".

Benedetta Porcaroli è Anna

A interpretare Anna, invece, sarà Benedetta Porcaroli. L'attrice ha confidato di essersi commossa quando ha letto la sceneggiatura. Ritiene che la storia si in grado di esprimere concetti in cui tutti possono in qualche modo ritrovarsi: "È una storia d’amore molto bella e come attrice mi offriva delle possibilità di espressione importanti. Non ho avuto dubbi sull’accettare il ruolo. L’incontro con Alessio e la piccola Anna è stato molto emozionante, come emozionante è stato il pensiero di questa madre e questa figlia che si incontrano a dispetto della realtà. Un incontro che solo la magia del cinema poteva rendere possibile".

Il cast del film

Vittoria Puccini interpreta Elisa; Benedetta Porcaroli interpreta Anna; Edoardo Leo interpreta Alessio; Sara Lazzaro interpreta Carla; Marco Messeri e Betti Pedrazzi interpretano i nonni; Alessandro Giallocosta interpreta Walter. La regia è di Francesco Amato. La pellicola è stata prodotta da Lucky Red, 3 Marys Entertainment e Rai Cinema.