Il mondo del cinema e soprattutto i fan di Star Trek piangono la scomparsa di Leonard Nimoy, l'indimenticabile comandante Spock della celeberrima serie tv di fantascienza. L'uomo è mancato a 83 anni a Los Angeles, nella sua casa di Bel Air. Alcuni giorni fa era stato ricoverato in ospedale per alcuni forti dolori al petto. Da tempo soffriva di una grave malattia respiratoria ai polmoni.

A confermare il decesso è stata la moglie, Susan Bay Nimoy, spiegando che la malattia in questione era ormai allo stadio terminale. Nato a Boston nel 1931 da una famiglia origine ebrea ucraina, l'attore fu anche scrittore, poeta e musicista e iniziò a recitare all'età di 8 anni. La prima parte della sua carriera si è limitata a ruoli minori, soprattutto in film di serie B e in serie tv come "Dragnet" e "Ai confini della realtà". Poi, la grande occasione: Gene Roddenberry lo chiama a interpretare il ruolo cult del carismatico comandante Spock nella serie tv "Star Trek". Dal 1966 al 1969, il vulcaniano dalle orecchie a punta e dal caratteristico saluto "Lunga vita e prosperità" entra nei piccoli schermi al fianco del capitano Kirk, interpretato da William Shatner, e degli altri personaggi dell'Enterprise. Il successo della serie cresce nel decennio successivo (grazie alle repliche in tv) e prosegue nella lunga saga cinematografica iniziata con "Star Trek", del 1979, e proseguita per altri cinque film ("L'ira di Khan", "Alla ricerca di Spock", "Rotta verso la Terra", "L'ultima frontiera", "Rotta verso l'ignoto").

Oltre al ruolo di Spock, Nimoy ha interpretato pellicole come "Catlow" e "Terrore dallo spazio profondo",  è stato fra i protagonisti di un'altra serie tv di culto come "Mission: Impossibile" ed è apparso come guest star in un episodio di "Il tenente Colombo". In anni più recenti, ha recitato nel ruolo di William Bell nella serie "Fringe" e ha fatto la guest star (solo come voce) in un divertente episodio di "The Big Bang Theory". Per la gioia dei trekker, i fan della serie di Roddenberry, è tornato a vestire i panni del suo personaggio più celebre nei nuovi "Star Trek" e "Star Trek Into Darkness" di J.J. Abrams. Quegli stessi trekker che da oggi lo piangeranno inconsolabili. Lunga vita e prosperità, comandante Spock.