15 Marzo 2011
17:53

Amici miei, come tutto ebbe inizio: De Laurentiis e Neri Parenti rispondono alle polemiche

Aurelio De Laurentiis e Neri Parenti tentano di arginare le polemiche, ed il boicottaggio partito da facebook, su Amici miei, come tutto ebbe inizio, parlando del rispetto per l’opera di Mario Monicelli.
A cura di Francesco Zullo
De Laurentiis e Neri Parenti parlano delle polemiche sul film

Dalla conferenza stampa romana di Amici miei, come tutto ebbe inizio, arrivano i tentativi di Neri Parenti e Aurelio De Laurentiis, regista e produttore della pellicola, di fermare le polemiche che da mesi, oramai, girano attorno al tanto chiacchierato prequel della saga di culto diretta da Mario Monicelli a partire dal 1975.

L'arduo tentativo del regista e del produttore di Amici miei, come tutto ebbe inizio è tentare di far cessare le polemiche e sopratutto il tentativo di boicottaggio della pellicola, partito delle pagine di Facebook riuscendo a raccogliere più di 33 mila adesioni, che a pochi giorni dell'uscita in sala del film cominciano a preoccupare. Neri Parenti ha da subito parlato della cura con cui è stato realizzato il film, sottolineando la grandissima attenzione posta nella ricostruzione dell'ambientazione, dei costumi tentando di rendere al meglio la Firenze quattrocentesca di Lorenzo dè Medici, nella quale un cast di attori italiani di tutto rispetto, quali Michele Placido, Giorgio Panariello, Massimo Ghini e Christian De Sica, metteranno in scena zingarate d'altri tempi.

Però, quello che hanno voluto affermare con più forza Neri Parenti e Aurelio De Laurentiis è stato l'affetto, l'amore ed il rispetto con cui Amici miei, come tutto ebbe inizio è stato pensato e realizzato, rispondendo ai tanti detrattori della pellicola che hanno visto l'operazione come uno schiaffo ed una speculazione sull'opera di Mario Monicelli; De Laurentiis ha tenuto a sottolineare l'intento dell'intera produzione di voler girare un film nel pieno rispetto delle volontà del regista scomparso. Con un'ultima battuta De Laurentiis ha anche voluto liquidare quanti gli hanno imputato di non aver inserito una dedica, esplicita, a Monicelli nel film dichiarando che Mario Monicelli non era il tipo cui piacessero questo tipo di esternazioni.

In tutta onesta, immaginiamo, che l'appello di Neri Parenti e De Laurentiis cada nel vuoto. Amici miei è un film troppo importante con un eredità tale che è quasi impensabile che le polemiche si plachino. Benché scettico sul progetto, invito tutti ad andare a vere il film prima di giudicarlo, così da formasi un giudizio onesto e scevro da pregiudizi. Ad ogni modo in attesa che la pellicola esca ci sono molti altri film in uscita da vedere, il mio consiglio è il solito: visitare la sezione film trailer del nostro sito per scegliere quale pellicola andare a vedere.

Amici miei, come tutto ebbe inizio: il trailer dell'ultimo atto
Amici miei, come tutto ebbe inizio: il trailer dell'ultimo atto
Funerali Dino De Laurentiis: Hollywood saluta il maestro, le foto
Funerali Dino De Laurentiis: Hollywood saluta il maestro, le foto
Dino De Laurentiis morto: addio al maestro del cinema, foto
Dino De Laurentiis morto: addio al maestro del cinema, foto
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni