La splendida Angelina Jolie vestirà i panni della conturbante sovrana egizia nel nuovo film di David Fincher.

Prima della sua morte, Elizabeth Taylor aveva dichiarato la sua avversione nei confronti di un potenziale rifacimento del suo celeberrimo “Cleopatra” (1963), nei progetti della Columbia Pictures.

Tuttavia le sue parole resteranno inascoltate. La regia è stata già affidata a Fincher, e la stessa Jolie ha parlato della sua parte, rilasciando un’intervista al giornale inglese “The Telegraph”, in cui afferma di non voler imitare la Cleopatra di Liz Taylor, ma di portare sul grande schermo un altro aspetto del personaggio storico, quello della prima donna faraone della storia e non del sex symbol mangiauomini. La Jolie continua dicendo che si sta documentando molto e ha scoperto che Cleopatra era una donna molto forte, poliglotta, un vero leader per il suo Paese.

La storia del progetto relativo alla realizzazione del film sulla sovrana d’Egitto è stata molto travagliata. In pole position per la cabina di regia c’era, fino a poco tempo, fa James Cameron, poi superato da Paul Greengrass, infine la Sony ha deciso di puntare su David Fincher, soprattutto dopo il grandioso successo de “Il Curioso Caso di Benjamin Button”. Fincher, attualmente, è sul set del remake americano di “The Girl with the Dragon Tattoo”, primo film sulla trilogia di Larsson, inoltre dovrebbe girare “20.000 leghe sotto i mari: Capitano Nemo” per la Disney, quindi non si sa quando “Cleopatra” vedrà la luce.

Angelina Jolie si è detta entusiasta di questo ruolo. Dopo essere stata la super-eroina Lara Croft in “Tomb Raider”, Olimpiade nel colossal (sottovalutato) di Oliver Stone “Alexander”, una spietata killer in “Wanted” e un agente della CIA in “Salt”, questa nuova avventura è la ciliegina sulla torta per la sua carriera che non sembra mai subire scossoni o stop improvvisi, come spesso accade a molte star che sono sulla scena da molti anni. Complimenti.