Ivan Silvestrini, nel 2018, portava al cinema la commedia “Arrivano i Prof.”, adattamento del film francese “Les Profs”. Silvestrini segue le vicende che girano intorno al liceo Alessandro Manzoni, dove solo il 12% degli studenti è riuscito a conseguire il diploma ed è considerato il peggiore d’Italia. Non sapendo più che soluzioni adottare, il Preside (Andrea Pennacchi) accoglie la proposta del Provveditore e decide di fare un ultimo tentativo: reclutare i peggiori insegnanti in circolazione nella speranza che dove hanno fallito i migliori, possano riuscire i peggiori. L’obiettivo è avere almeno il 50% di promossi. Purtroppo, i risultati sono disastrosi ma i ragazzi del Manzoni cominciano a capire che sta accadendo qualcosa di grande e che a quello sgangherato corpo docente importa davvero di loro. I professori ingaggiati dal regista sono Claudio Bisio, Lino Guanciale, Maurizio Nichetti, Maria Di Biase, Shalana Santana, Alessio Sakara, Pietro Ragusa, Christian Ginepro e Giusy Buscemi. Nel cast ci sono anche Rocco Hunt e Irene Vetere. Ecco 5 curiosità che probabilmente non sapevate.

1. Il film è ispirato ad una commedia francese di successo

Il film a cui si è ispirato il regista è “Les Profs”(2013), diretto da Pierre Francois Martin-Laval. La pellicola, ispirata a un comic book francese, non è mai stata distribuita in Italia ma in patria è stata vista da ben 4 milioni di spettatori, racimolando circa 30 milioni di euro. Un trionfo.

2. Rocco Hunt ha scritto e cantato la canzone portante del film

L’amatissimo Rocco Hunt, oltre a recitare nei panni del pluribocciato Luca Pagliarulo, ha scritto e cantato il pezzo portante della colonna sonora che porta lo stesso titolo del film, “Arrivano i Prof”.

3. Lino Guanciale insegna recitazione anche nella vita reale

Lino Guanciale, uno degli attori più ammirato della fiction italiana, nella pellicola è il professore di storia Antonio Cioncoloni. Pochi sanno, però, che l’idolo delle donne ha una mamma che è stata dirigente scolastica e professoressa ma anche lui, da molti anni, insegna recitazione e tiene lezioni in vari teatri in giro per l’Italia.

4. Il liceo si trova a Roma

Il liceo del film è l’“Alessandro Manzoni”, ma in realtà la location principale del film è la scuola di Corviale, un quartiere della periferia romana.

5. Shalana Santana fu scelta per il film in un momento molto delicato

La bellissima Shalana Santana, di origini brasiliane, nel film è nei panni della sexy prof d’italiano Amina Venturi. La Santana, in un’intervista, ha rivelato che il ruolo è arrivato in un momento molto brutto della sua vita, dato che un’ora prima di sapere di essere stata presa, ebbe la notizia della morte della sua amata nonna.