20 Luglio 2020
11:22

Box office al cinema, Gli anni più belli di Gabriele Muccino torna in sala e vince

A cinque mesi dalla prima uscita in sala il film di Muccino con Favino, Rossi Stuart, Santamaria, la Ramazzotti ed Emma Marrone torna in sala e conquista agilmente la prima posizione. Dietro seguono Joker e Parasite, in una programmazione ancora contraddistinta dall’assenza di nuovi titoli e incassi esili ma in timida crescita.
A cura di Valeria Morini
Immagine

Gabriele Muccino torna in vetta al box office con la riproposizione in sala de "Gli anni più belli" esattamente a cinque mesi dalla sua prima uscita al cinema. Cinque mesi che sono stati contraddistinti dall'esplosione della pandemia, dal lockdown con lungo blocco delle attività cinematografiche e dalla timida riapertura (di parte) delle sale: le nuove uscite sono ancora quasi del tutto assenti e gli esercenti riprogrammano i titoli usciti prima del coronavirus. Gli incassi sono ancora assolutamente imparagonabili a prima della crisi, ma crescono lentamente: il film di Muccino spicca con quasi 50mila euro totalizzati nei 99 schermi su cui è stato proiettato. Merito ovviamente del super cast composto da Pierfrancesco Favino, Micaela Ramazzotti, Kim Rossi Stuart, Claudio Santamaria, Nicoletta Romanoff, Emma Marrone. La pellicola era uscita a San Valentino ma era durata in sala solo pochi giorni: in tutto ha già totalizzato quasi 5 milioni e mezzo di euro. Viene da credere che in assenza del coronavirus sarebbe stato uno dei film italiani più fortunati dell'anno.

Secondo Joker, terzo Parasite

Come si diceva, la stragrande maggioranza dei titoli in sala non sono inediti. Torna così nella Top 10, in seconda posizione dietro a "Gli anni più belli", il chiacchieratissimo instant cult "Joker", Leone d'Oro a Venezia 2019 con uno straordinario Joaquin Phoenix premiato con l'Oscar. E al terzo posto c'è ancora "Parasite": la tenuta del film di Bong Joon-ho, per quanto trainato dall'Oscar, è sorprendente dal momento che si tratta di puro cinema d'autore e che la produzione sudcoreana è adorata dai cinefili ma certo non popolarissima presso il grande pubblico. Resiste al quarto posto "Favolacce" dei fratelli D'Innocenzo, tornano pure Quentin Tarantino e Woody Allen e continua a resistere "Ammèn" con Maurizio Mattioli, Davide Marotta, tra i pochissimi film italiani che hanno avuto il coraggio di uscire in questo periodo.

Il box office del weekend

1 Gli anni più belli – weekend: €49.811 (totale: €5.485.978)
2 Joker – weekend: €10.941 (totale: €29.597.158)
3 Parasite – weekend: €10.441 (totale: €5.633.118)
4 Favolacce – weekend: €10.429 (totale: €95.787)
5 C'era una volta… a Hollywood – weekend: €9.730 (totale: €11.970.194)
6 Jojo Rabbit – weekend: €8.245 (totale: €3.991.095)
7 Cena con Delitto – Knives Out – weekend: €8.245 (totale: €3.991.095)
8 Un Giorno di Pioggia a New York: weekend: €6.151 (totale: €3.509.149)
9 Ammèn: weekend: €6.148 (totale: €24.048)
10 Mio fratello rincorre i dinosauri – weekend: €5.537 (totale: €2.543.323)

Immagine
David 2021, Piera Detassis a Gabriele Muccino: "Qui la casa del cinema, anche di chi scappa"
Immagine
Gabriele Muccino sulle riaperture dei cinema: "Si rischia una falsa partenza, la gente vuole uscire"
Immagine
I fratelli D'Innocenzo rispondono a Gabriele Muccino: "Lo stimiamo"
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni