Il prossimo film di Quentin Tarantino potrebbe scrivere un pezzo di storia del cinema. "Once Upon a Time in Hollywood" (questo il titolo del decimo film del regista) sta prendendo forma e il cast è sempre più stellare. È di queste ore la notizia dell'ingresso nel cast di Brad Pitt, dopo che settimane fa era giunto l'ok di Leonardo DiCaprio, di nuovo sul set con Tarantino dopo "Django Unchained"Anche per Brad Pitt si tratta della seconda esperienza sul set con il cineasta statunitense, la prima volta i due avevano collaborato per "Bastardi senza gloria". Si tratterà, inoltre, di una coppia inedita, Brad Pitt e Leonardo DiCaprio non avevano mai recitato insieme nello stesso film. Solo Martin Scorsese, nel 2014, era riuscito a radunarli con Robert DeNiro per uno spot pubblicitario.

Cast stellare, si tratta anche con Margot Robbie

Non c'è dubbio che al momento quelli di Brad Pitt e Leonardo DiCaprio siano due tra gli attori più quotati ad Hollywood. Riuscire a portarli insieme sullo stesso set significa uno sforzo enorme dal punto di vista economico, nonché di gestione di due artisti di una tale portata. E non è tutto, perché da mesi si vocifera che sarà Margot Robbie a interpretare il ruolo di Sharon Tate.

La trama del film

Il progetto è stato descritto dalla produzione come "una storia che si svolge a Los Angeles nel 1969, al culmine della Hollywood hippy. I due protagonisti sono Rick Dalton (il ruolo di Leonardo DiCaprio, ndr), ex star di una serie televisiva western, e la sua controfigura di lunga data Cliff Booth (interpretata appunto da Brad Pitt). Entrambi faticano a stare a galla in una Hollywood che non riconoscono più … Ma Rick ha una vicina di casa molta famosa: Sharon Tate". Per chi non conoscesse la sua storia, si tratta dell'attrice assassinata insieme ad altri quattro amici da Charles Manson e la sua efferata banda nel 1969, in quella che è tristemente nota come la strage di Cielo Drive, consumata nell'abitazione hollywoodiana di Roman Polanski, regista con cui la Tate era sposata. "Once Upon a Time in Hollywood" dovrebbe uscire nelle sale americane il 9 agosto del 2019, quando saranno passati esattamente 50 anni dalla strage.

Charles Manson in tv e al cinema

Pochi casi di cronaca nera sono noti come quello di Charles Manson, diventato negli anni una sorta di personaggio iconico, un antieroe i cui tratti e sfumature psicologiche sono stati oggetto di film, documentari e serie tv. Quella di Tarantino non è dunque la prima opera che si occupa di una delle vicende più sanguinose della storia d'America. Diverse pellicole e serie tv hanno raccontato i delitti di Manson (morto a fine 2017), sebbene quasi tutti i progetti siano stati contrassegnati da scarso successo commerciale.

Il primo film di Tarantino senza Weinstein

Il decimo film di Quentin Tarantino verrà prodotto da Sony Pictures. Per la prima volta il regista non avrà il supporto di Harvey Weinstein, suo amico e produttore, nonché suo pigmalione, travolto mesi fa dallo scandalo sessuale che lo ha visto accusato di molestie da parte di diverse attrici. Tarantino, tra le persone più vicine a Weinstein, si è trovato costretto a chiedere pubblicamente scusa diverse settimane fa, quando ha ammesso di non aver fatto abbastanza per impedire che certe cose accadessero:

Sapevo abbastanza da fare di più di ciò che ho fatto. Non erano cose riferite. Sapevo di almeno un paio di questi episodi direttamente. Avrei voluto prendermi la responsabilità di quanto avevo saputo e se lo avessi fatto avrei dovuto smettere di lavorare con lui.