Il 27 giugno 2016, a 86 anni, Bud Spencer si spegneva a Roma. Sguardo buono e pugno di ferro, l'amatissimo attore vanta una lunga e brillante carriera, che gli ha permesso di entrare nel cuore di tantissimi spettatori che ancora oggi lo ricordano con affetto. Non sorprende, dunque, la decisione di una cittadina di dedicare una via all'icona del cinema italiano.

Sabato 1 giugno 2019 a Fontevivo l'omaggio a Bud Spencer

Bud Spencer non temeva la morte, lo assicurano le figlie Cristiana e Diamante. L'attore era curioso di scoprire cosa sarebbe accaduto dopo l'ultimo respiro. Una cosa è certa, la dipartita non lo ha condannato all'oblio. I suoi film continuano a regalare spensieratezza a chi è cresciuto guardandoli. E in queste settimane, se non bastasse la consacrazione del cinema, arriva anche un ulteriore titolo alla sua memoria. A Fontevivo, cittadina parmense, una via sarà intitolata a Bud Spencer. Ma non finisce qui. Sabato 1 giugno, infatti, Fontevivo si trasformerà in un grande set cinematografico che ospiterà diverse iniziative dedicate all'attore. Tra gli eventi che sono già stati annunciati, c'è la cena con fagioli e altri piatti che si ricollegano ai film che hanno visto protagonista Carlo Pedersoli. Ci sarà una gara di braccio di ferro e non mancherà un'area in stile western che ospiterà la slitta di Trinità. La Dune Buggy Band si occuperà dell'intrattenimento musicale.

Le dichiarazioni del sindaco di Fontevivo

In una nota riportata da Ansa, il sindaco di Fontevivo Tommaso Fiazza e il Vicesindaco Matteo Agoletti, annunciano che alla giornata di festa dedicata alla memoria di Bud Spencer sarà presente anche il figlio dell'attore: "Per tutta la giornata avranno luogo iniziative legate alla figura dell'amatissimo attore cui parteciperà anche il figlio Giuseppe Pedersoli. Dopo l'intitolazione della prima strada italiana al grande Bud, avranno luogo una serie di iniziative collaterali".