152 CONDIVISIONI
4 Novembre 2014
22:06

Claudio Sorrentino, che faccia ha la voce di Bruce Willis, John Travolta e Mel Gibson

Tutto quello che c’è da sapere sul doppiatore storico di Bruce Willis, Mel Gibson e John Travolta. Un uomo pieno d’arte che ha fatto dell’ascolto e della lotta alle tossicodipendenze, la sua ragione di vita.
152 CONDIVISIONI

Se avete sognato (e continuate a farlo) nel guardare tutta la saga di Arma Letale con il Mel Gibson dei tempi migliori, se ancora oggi impazzite per il Bruce Willis di "Die Hard" e cercate sempre il modo più rapido di risolvere l'indovinello dei 4 galloni d'acqua e se vi sentite Vincent Vega in Pulp Piction interpretato da John Travolta, probabilmente vi farà piacere cercare di scoprire quale volto si nasconde dietro la loro voce italiana. Parliamo di Claudio Sorrentino, romano nato il 18 luglio 1945, attore, doppiatore, direttore del doppiaggio e conduttore televisivo italiano.

Artista a tutto tondo, fa il suo esordio a soli 5 anni al Grand Hotel di Roma con un classico della canzone napoletana, "O mese d'e rrose" di Roberto Murolo. Studierà recitazione già a 6 anni, si cimenterà giovanissimo nel ruolo di Medoro in "Sik Sik" di Eduardo De Filippo in diversi teatri di Roma. Inizierà a doppiare già nel 1956 ne "L'ultima carovana" di Delmer Daves e nel mondo del doppiaggio, oltre agli attori già menzionati, ha prestato la voce per Sylvester Stallone, Ryan O'Neal, Geoffrey Rush, Mickey Rourke, Jeff Bridges, Russell Crowe ed è stato anche la voce ufficiale di Topolino negli anni '80.

L'impegno nel sociale

Claudio Sorrentino è stato autore e conduttore di "Droga che fare". Sarà il primo esperimento in Rai dove si dà vita, insieme con un format, ad un Segretariato Sociale telefonico che tutto l'anno, 24 ore su 24, si è interessato ai casi di tossicodipendenza. È stato un vero e proprio servizio di avanguardia nella comunicazione sociale. È anche rappresentante italiano a Strasburgo nel Gruppo Pompidou del settore comunicazione e media per la droga ed è tra i fondatori dell'Agenzia Comunale per le Tossicodipendenze in collaborazione con il Comune di Roma.

Dietro i volti spigolosi da duri, talvolta ironici e assolutamente familiari, di John Travolta, Mel Gibson e di tutti gli altri, si cela quindi un uomo pieno d'arte, tutto orientato al sociale, alla formazione dei ragazzi più giovani. Un plauso a Claudio Sorrentino.

152 CONDIVISIONI
Bruce Willis ha l'afasia, cos'è il disturbo che ha costretto l’attore a chiudere la sua carriera
Bruce Willis ha l'afasia, cos'è il disturbo che ha costretto l’attore a chiudere la sua carriera
73 di Videonews
Bruce Willis malato di afasia, la moglie Emma: "Grazie per l'amore e il supporto che ci date"
Bruce Willis malato di afasia, la moglie Emma: "Grazie per l'amore e il supporto che ci date"
Che c'entrano Mel Gibson e "Braveheart" col referendum in Scozia?
Che c'entrano Mel Gibson e "Braveheart" col referendum in Scozia?
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni