47 CONDIVISIONI

Curiosità “27 volte in bianco”: la costumista ebbe problemi ad imbruttire Katherine Heigl

Nel 2008, usciva la commedia di Anne Fletcher in cui Katherine Heigl è Jane, una giovane donna romantica e altruista ma perennemente relegata al ruolo di damigella. Quando sua sorella sta per sposare il suo capo, di cui Jane è innamorata, allora la situazione cambia e, finalmente, penserà alla sua felicità. Il film è stato un enorme successo ma siete sicuri di sapere tutto?
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Spettacolo Fanpage.it
A cura di Ciro Brandi
47 CONDIVISIONI
Immagine

Anne Fletcher è la regista di “27 volte in bianco”, spassosa commedia uscita nel 2008. La protagonista è Jane (Heigl), una ragazza romantica e altruista ma confinata da anni al ruolo di damigella d’onore – collezionando ben 27 abiti – senza essere mai riuscita a trovare l’uomo della sua vita. La sua storia incuriosisce il cronista Kevin (James Marsden) che inizia a scrivere un articolo su di lei sperando che possa aiutarlo a fare carriera. Intanto, la situazione precipita quando la sorella minore Tess (Malin Akerman) conquista il cuore del capo di Jane, George (Edward Burns) e che la recluta una volta ancora per aiutarla ad organizzare il loro matrimonio. Sarà allora che la ragazza deciderà si mettere da parte l’altruismo e di pensare finalmente alla sua felicità. La commedia ha avuto un successo clamoroso ma siete sicuri di sapere proprio tutto?

1. Katherine Heigl, una damigella impossibile da imbruttire

Si dice che la costumista Catherine Marie Thomas e le sue collaboratrici abbiano avuto molti problemi a fare apparire brutta la protagonista Katherine Heigl con i vari vestiti da damigella. Per questo motivo,gli abiti del suo guardaroba di scena sono stati modificati diverse volte perchè anche quelli più brutti, sulla bella attrice, non apparivano affatto ridicoli.

2. La canzone di Josh Kelley, marito della protagonista

In una scena del film, mentre i due protagonisti Jane (Heigl) e Kevin (James Marsden) sono al bar, in sottofondo si sente la canzone “Unfair”, di Josh Kelley. Non tutti sanno che il cantante, nella vita reale, è il marito della Heigl e padre dei suoi tre figli (due dei quali adottati).

3. Jane, Tess e la differenza d’età inesistente

Nella pellicola, tra Jane (Heigl) e sua sorella minore Tess ( interpretata dalla bella Malin Åkerman) ci sono diversi anni di differenza. In realtà, la Akerman è più grande della collega di qualche mese (è nata il 12 maggio 1978 mentre le Heigl il 24 novembre).

4. Un altro George

Nel film, La Heigl s’innamora di un George, interpretato da Edward Burns ma non è la prima volta che accade. Infatti, anche quando interpretava la parte della dottoressa Izzie Stevens, in “Grey’s Anatomy”, s’innamorò di George O’Malley, interpretato da T. R. Knight.

5. Il budget e gli incassi

La pellicola è costata “solo” 30 milioni di dollari ed è riuscita ad incassarne, globalmente, più di 160. Un trionfo.

47 CONDIVISIONI
Curiosità “Tre all’improvviso”: Katherine Heigl ha adottato due bimbe anche nella realtà
Curiosità “Tre all’improvviso”: Katherine Heigl ha adottato due bimbe anche nella realtà
Katherine Heigl sotto attacco per i selfie al cimitero, l'attrice si scusa
Katherine Heigl sotto attacco per i selfie al cimitero, l'attrice si scusa
Curiosità “La peggior settimana della mia vita”: la scena del gulash è stata girata decine di volte
Curiosità “La peggior settimana della mia vita”: la scena del gulash è stata girata decine di volte
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni