Nel 2012, Carlo Vanzina portava al cinema “Buona giornata”, la commedia ad episodi in cui racconta la cronaca di una sola giornata, in Italia, vissuta da personaggi che forniscono una fotografia molto veritiera della realtà circostante, con i loro vizi e difetti. Tra loro, ci sono Ascanio Gaetani Cavallini (Christian De Sica), un principe romano in disgrazia che per mantenere il suo antico palazzo è costretto ad affittarlo alla troupe delle fiction; Luigi Pinardi (Vincenzo Salemme), un notaio napoletano dalla vita monotona, fino a quando arriva Svetlana, una prostituta raccomandata da un cliente amico; Cecco (Paolo Conticini), uno scaramantico tifoso della Fiorentina che partirà per una trasferta da incubo a Verona con la sua fidanzata; Leonardo Lo Bianco (Lino Banfi), un senatore di cui è stato chiesto l’arresto per corruzione e abuso d’ufficio; Alberto Dominici (Maurizio Mattioli), un imprenditore romano che ha costruito la sua fortuna evadendo il fisco. Rosaria Miccichè (Teresa Mannino), una manager siciliana trapiantata a Milano legata ai suoi aggeggi tecnologici che le verranno tragicamente a mancare durante un viaggio in treno e Romeo Telleschi (Diego Abatantuono), un milanese sposato con una pugliese e trapiantato con tutta la famiglia in Puglia. La sua vita è un disastro: la sua ditta è quasi in fallimento, il rapporto con moglie e figli è un colabrodo, quindi dovrà darsi da fare per mettere tutto a posto. Ecco 5 curiosità che non sapevate.

1. L’idea del film è nata da un supplemento di un quotidiano

Carlo Vanzina dichiarò che l'idea del film era nata leggendo il supplemento di un quotidiano nazionale, in edicola ogni giovedì, che raccontava una giornata-tipo attraverso gli scatti di un fotografo. Il regista, quindi, decise di raccontare una giornata italiana attraverso storie divertenti.

2. Diego Abatantuono ha scritto da solo il suo episodio

Tutti gli episodi del film sono stati scritti pensando agli attori, ad esclusione di quello di Diego Abatantuono, al quale era stato proposto il ruolo di Lino Banfi. Abatantuono, però, disse che aveva già interpretato una parte simile e ha preferito scriversi il suo episodio.

3. Il nome del personaggio di Maurizio Mattioli è quello di “Un ciclone in famiglia”

L’imprenditore romano interpretato da Maurizio Mattioli si chiama Alberto Dominici, proprio come il personaggio interpretato nella fiction “Un ciclone in famiglia”(2005-2008), diretta sempre da Carlo Vanzina.

4. Le location del film

Le riprese del film si sono svolte a Roma, Grottaferrata, Bassano Romano, Monopoli (BA), Verona e Firenze.

5. L’episodio di Vincenzo Salemme ispirato al film con Sophie Marceau

L’episodio con Vincenzo Salemme e un riadattamento del film “Irresistibile bugiardo”(1984), diretto da Georges Lautner, in cui Sophie Marceau ha il ruolo della figlia/amante del seduttore Jean-Paul Belmondo.