Heidi”, diretto da Alain Gsponer, arrivava nelle nostre sale due anni fa, nel marzo 2016. I protagonisti sono la piccola Anuk Steffen e il grande Bruno Ganz, rispettivamente nei panni di Heidi e di suo nonno. La pellicola racconta la storia e le avventure dell’orfanella di 5 anni, cresciuta col nonno sulle montagne svizzere con le caprette e il suo amico Peter. La sua vita cambierà, quando ad 8 anni, la sua unica zia la porta a Francoforte, dove imparerà a leggere e scrivere e conoscerà Clara, una bambina sulla sedia a rotelle, che diventerà sua grande amica.

Il personaggio è nato dalla penna di Johanna Spyry, nel 1880, ed è stato protagonista di fumetti e cartoni animati, andati in onda dal 1974 in poi, di grandissimo successo anche nel nostro paese. Anche il film è andato molto bene al box office ma ci sono ancora 5 cose che dovete sapere.

1. Anuk Steffen è stata scelta tra 500 candidate

La protagonista, Anuk Steffen, è stata scelta tra 500 candidate. La piccola è nata a Coira, un comune svizzero del Cantone dei Grigioni, quindi parla lo stesso dialetto di Heidi.

2. Due cuccioli di capra in regalo a Peter

Nel film compaiono ben 75 caprette, incluse le due “protagoniste”. Alla fine delle riprese, il piccolo Quirin Agrippi, che nella pellicola è Peter, si era affezionato talmente tanto a questi animali che la produzione ha deciso di regalargli due cuccioli di capra.

3. Le location

Le riprese del film sono andate avanti per 45 giorni e si sono tenute nel Cantone dei Grigioni (Svizzera), a Monaco, in Turingia e in Sassonia-Anhalt

4. Il nome del nonno di Heidi

Come nei cartoni animati, anche nel film non viene mai menzionato il nome del nonno di Heidi, interpretato dal grandissimo Bruno Ganz. Solo nel libro originale lo possiamo trovare ed è Alm-Ohi ed è il nonno paterno della bimba.

5. Uno dei film svizzeri di maggior successo

“Heidi” è stato uno dei film di produzione svizzera di maggior successo di tutti i tempi. Gli incassi globali sono stati di 28.803.977 dollari. Nel paese che da sfondo alle sue avventure, il box office ha registrato quasi 7 milioni di euro d’incasso con picchi anche in Francia (4.4 milioni) e Italia (quasi 3 milioni).