Cedric Nicolas-Troyan è il regista di “Il cacciatore e la regina di ghiaccio”, prequel/sequel del successo del 2012, “Biancaneve e il cacciatore”, uscito nelle nostre sale nel 2016. Stavolta, il cacciatore Eric/Chris Hemsworth dovrà vedersela non solo con la perfida Ravenna/Charlize Theron ma anche con sua sorella Freya/Emily Blunt. Al suo fianco, però, avrà la guerriera Sara/Jessica Chastain e, insieme, dovranno impedire alle due sorelle di conquistare le Terre Incantate e porle sotto il loro dominio. Le armate sembrano inarrestabili, ma ci penseranno i cacciatori esiliati a capovolgere la situazione, unendo le forze. Grazie agli effetti speciali strabilianti, ai costumi unici e al cast stellare, la pellicola conquistò il pubblico di tutte le età, ma ci sono 5 curiosità che dovete ancora sapere.

1. Il sequel cancellato per il tradimento Sanders/Stewart

Inizialmente, era stato programmato un sequel di “Biancaneve e il cacciatore”, sempre con Rupert Sanders alla regia. Nell’estate 2012, però, a causa del tradimento che coinvolse il regista e Kristen Stewart (protagonista del primo film), il sequel fu cancellato e si progettò il prequel che non comprendeva nessuno dei due.

2. Charlize Theron ha voluto lo stesso compenso di Chris Hemsworth

Per riprendere il ruolo di Ravenna, a Charlize Theron fu offerto lo stesso compenso del primo film. L’attrice, però, rifiutò di firmare il contratto con la Universal e pretese che le fosse data la stessa paga del suo collega Chris Hemsworth, in nome dell'equità delle paghe tra uomini e donne di cui tanto si parla ad Hollywood. La major, pur di non perderela,  accettò e così i due hanno guadagnato circa 10 milioni di dollari a testa.

3. Thor e Freya, due leggende nordiche

Chris Hemsworth, che nel film interpreta il ruolo di Eric il cacciatore, è noto anche per il personaggio di Thor, dio Nordico dell’Universo cinematografico Marvel. Ne “Il cacciatore e la strega di ghiaccio”,  anche Freya, il personaggio di Emily Blunt, è una dea Nordica, associata all’amore, alla magia e alla morte. Secondo la leggenda, Freya era sposata col dio Odr, che un giorno scomparve nel nulla. La dea, allora, si mise a cercarlo in tutto il mondo e per lui pianse lacrime d’oro. E’ questo il motivo per cui è associata all’amore.

4. Colleen Atwood e l’ispirazione per i costumi di Freya e Ravenna

I magnifici costumi del film sono stati creati dalla straordinaria Collen Atwood, candidata per ben 11 volte all’Oscar e vincitrice di 3 statuette. La costumista ha dichiarato che per i costumi di Freya si è ispirata alle fiabe del Nord mentre per Ravenna ha pensato a Roma, calda, dorata e forte allo stesso tempo.

5. Incassi inferiori alle aspettative

“Biancaneve e il cacciatore”, partendo da un budget di 170 milioni di dollari ne ha incassati circa 396 mentre questo il prequel/sequel “Il cacciatore e la regina di ghiaccio” non è stato fortunatissimo al box office. La pellicola ha, infatti, incassato circa 165 milioni di dollari, a fronte di un budget di 115.