Riccardo Milani, nel 2017, sbarcava al cinema con la commedia “Mamma o papà?”, con protagonisti esilaranti e bravissimi Paola Cortellesi e Antonio Albanese. I due sono nei panni di Valeria e Nicola, una coppia che ha deciso di divorziare, dopo 15 anni di matrimonio, ma quando lei scoprirà che lui ha una tresca con un’infermiera giovane e carina, inizierà una guerra infinita per la custodia dei tre figli Matteo, Viola e Giulietto che, a loro volta, dovranno decidere con chi stare. Nel cast, oltre ai due protagonisti, ci sono altre star come Carlo Buccirosso, Stefania Rocca e Anna Bonaiuto. Ecco 5 curiosità sul film che dovete sapere.

1. E' il remake del blockbuster francese "Papa ou maman?"

La pellicola è il remake della commedia francese “Papa ou maman?”, uscita nel 2015 e diretta da Martin Bourboulon e con protagonisti Laurent Lafitte e Marina Foïs. Solo in patria, il film ha guadagnato quasi 20 milioni di dollari, rivelandosi un vero e proprio blockbuster che ha dato il via anche ad un sequel, “Papa ou maman? 2”, uscito nel 2016, che ha incassato quasi 10 milioni di euro.

2. Una grande storia d'amore come "La Signora della porta accanto" di Truffaut

Il regista e Antonio Albanese, in molte interviste, oltre a definire il film una commedia hanno tenuto a specificare che si tratta soprattutto di una grande storia d’amore. L’attore, soprattutto, l’ha paragonata a “La Signora della porta accanto”(1981), del geniale François Truffaut, in cui i protagonisti ne passano di tutti i colori, amandosi follemente, anche se il finale è decisamente meno tragico.

3. Antonio Albanese fu imbarazzato dalla scena della lap dance con sua figlia

Antonio Albanese ha detto di essersi sentito in forte imbarazza a girare alcune scene della pellicola, soprattutto quella in cui porta sua figlia adolescente (interpretata da Marianna Cogo) a vedere uno spettacolo di lap dance.

4. I nomi dei protagonisti sono un omaggio ai famosi autori Gino & Michele

I nomi dei personaggi interpretati dai protagonisti Albanese e Cortellesi sono Nicola Vignali e Valeria Mozzati e non è un caso. Infatti, la Cortellesi, co-autrice della sceneggiatura con Milani e Giulio Calenda, ha detto che insieme hanno voluto rendere omaggio a Gino Vignali e Michele Mozzati, noti semplicemente come Gno & Michele, storici autori televisivi e teatrali si grandi show come “Drive In”(1985-1988), “Emilio”, “Su la testa!” e “Zelig”.

5. Treviso e le altre location

Le scene principali del film sono state girate a Treviso ma la produzione si è spostata anche in altre città come Marghera, Santorso e Vicenza.