13 Settembre 2017
20:20

Curiosità “Matrimonio al Sud”: Boldi insultato dagli automobilisti mentre guidava verso Sud

Paolo Costella, nel 2015, portava al cinema la storia del matrimonio di due moderni Romeo e Giulietta, ostacolato dai rispettivi genitori: Massimo Boldi, legatissimo solo al Nord, e il meridionale Biagio Izzo, eccentrico e chiassoso papà della sposa. A due anni dall’uscita, ci sono ancora 5 curiosità che dovete sapere.
A cura di Ciro Brandi

“Matrimonio al Sud” è la commedia del genovese Paolo Costella che ha divertito il pubblico di tutte le età, nel 2015, con un cast fatto di grandi comici e una storia che gioca ancora sull’eterna diatribe tra Nord e Sud. Il regista racconta la storia di Lorenzo Colombo (Massimo Boldi), un industrialotto lombardo che ama solo e soltanto il Nord, ma viene sconvolto dalla notizia di suo figlio Teo (Luca Peracino), il quale sta per sposarsi con una ragazza del Sud, Sofia (Fatiam Trotta). Il povero Lorenzo si ritroverà catapultato in un chiassoso ma divertentissimo matrimonio al Sud, dove farà la conoscenza anche dell’eccentrico padre della sposa, Pasquale Caprioli (Biagio Izzo). Per il milanese e il napoletano il problema non è solo il fatto che i due si sposino, ma che se ne vadano a vivere all’estero. I due papà, per una volta uniti, tenteranno quindi di impedire le nozze in ogni modo, senza sapere che nel frattempo i ragazzi si sono convinti di essere incompatibili e non sposarsi più. Toccherà, quindi, ai due papà rimediare. A due anni dall’uscita, ci sono ancora 5 curiosità che dovete sapere.

1. Gli insulti a Boldi mentre guidava verso Sud

In una scena del film, Massimo Boldi sta guidando verso il Sud per andare a conoscere i parenti della futura sposa e, alcuni attori del cast, hanno dichiarato l’attore guidava molto lentamente, così i vari automobilisti lo sorpassavano regolarmente, in un crescendo di insulti.

2. L’improvvisazione di Boldi

Massimo Boldi e Biagio Izzo hanno girato tanti film assieme e, proprio grazie alla complicità creatasi negli anni – nonostante sul set fossero “nemici” – Izzo ha saputo essere, ancora una volta, un’ottima spalla comica. Boldi ha, infatti, dichiarato di essersi attenuto al copione solo al 50%, improvvisando tantissime battute, nate proprio sul set con la complicità anche del regista Paolo Costella.

3. San Valentino al posto di Polignano a Mare

Il paese campano di San Valentino a Mare, in realtà, non esiste. SI tratta di un’invenzione nata per apposta per il film, in quanto il set è il centro storico di Polignano a Mare, in Puglia. Le riprese della parte finale, invece, sono state effettuate al Grand Hotel La Sonrisa, reso noto dal porgramma “Il Boss delle Cerimonie”, di Real Time.

4. Carolina Marconi, dal Grande Fratello a ballerina dell’addio al celibato

Nel film compare anche Carolina Marconi, la sensuale venezuelana che ha partecipato alla quarta edizione del Grande Fratello. Nella pellicola è Moira, la ballerina dell’addio al celibato che conquista Enzo Salvi.

5. L’odio iniziale tra Luca Peracino e Fatima Trotta

Luca Peracino e Fatima Trotta, i Romeo e Giulietta del film, quando si sono visti la prima volta si sono odiati. A raccontarlo è stato Peracino, il quale ha confessato di non aver salutato la star di “Made in Sud” perchè non l’aveva riconociuta. La Trotta si è offesa, ma poi i due si sono chiariti e sono diventati grandi amici durante le riprese.

Made in Sud ritorna in primavera, Pio e Amedeo verso la conduzione
Made in Sud ritorna in primavera, Pio e Amedeo verso la conduzione
Bloccata l'ospitata di Paola Perego a Made in Sud mentre Insinna torna a Cartabianca
Bloccata l'ospitata di Paola Perego a Made in Sud mentre Insinna torna a Cartabianca
Lello Arena presenta
Lello Arena presenta "Finalmente Sposi": risate con gli Arteteca di Made in Sud
388 di askanews
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni