Nel 2015, Edoardo Leo sbarcava al cinema con “Noi e la Giulia”, terzo lungometraggio di cui è regista, attore e sceneggiatore. La commedia, tratta dal romanzo "Giulia 1300 e altri miracoli" di Fabio Bartolomei, racconta la storia di Diego (Luca Argentero), Fausto (Edoardo Leo) e Claudio (Stefano Fresi), tre 40enni insoddisfatti e in fuga dalla città, che da perfetti sconosciuti si ritrovano uniti nell'impresa di aprire un agriturismo. A loro si uniranno Sergio (Claudio Amendola), un cinquantenne invasato, ed Elisa (Anna Foglietta), una giovane donna incinta. Ad ostacolare il loro sogno arriverà Vito (Carlo Buccirosso), un camorrista venuto a chiedere il pizzo alla guida di una vecchia Giulia 1300. Questa minaccia li costringerà a ribellarsi ad un sopruso in maniera rocambolesca, dando vita a un'avventura imprevista e tragicomica. Il film ha avuto un enorme successo, ma ci sono 5 curiosità che forse non sapevate.

1. Anna Foglietta era realmente incinta di 7 mesi

Edoardo Leo ha rivelato che Anna Foglietta, nel film nei panni di Elisa, era realmente incinta sul set. L’attrice, infatti, aspettava il suo terzo figlio, Giulio, ed era al settimo mese di gravidanza. Leo, però, l’ha voluta fortemente e per lei ha modificato addirittura la sceneggiatura, riscrivendo il personaggio e rendendolo in dolce attesa.

2. Il casale è la Masseria fortificata di San Felice

Il casale dove i protagonisti scelgono di aprire il loro agriturismo esiste davvero e si trova a Pomarico, cittadina in provincia di Matera. Si tratta della Masseria fortificata di San Felice, risalente alla seconda metà del ‘700 e appartenuta alla famiglia dei Castellano. Altre riprese sono state fatte nel centro storico di Montescaglioso e sulla strada S.S. 407 Basentana, che collega Matera a Metaponto.

3. L'ispirazione ai film di Ettore Scola e ad "American Hustle"

Leo ha detto che, per girare il film, si è ispirato alle grandi pellicole del maestro Ettore Scola ma anche a blockbuster più moderni come “American Hustle – L’apparenza inganna”(2013), di David O. Russell, dove Bradley Cooper e Christian Bale sono quasi irriconoscibili. Infatti, Leo ha trasformato totalmente anche i suoi protagonisti, soprattutto Claudio Amendola e Luca Argentero.

4. La mitica Giulia 1300

La Giulia 1300 usata nel film è stata vista decine di volte nei poliziotteschi più famosi degli anni ’70. L’auto fu presentata nel 1964 per sostituire la Giulietta ed era un modello con optional all’avanguardia, ritenuta la 1300 più veloce del mondo. Successive evoluzioni si ebbero nel 1966, con la 1300 TI, che fu migliorata ancora dal 1967 al 1971. L’auto è stata prodotta fino al 1977 ed è tuttora uno dei modelli Alfa Romeo di maggior successo sul mercato.

5. I premi conquistati dal film

Il film ha vinto il David Giovani andato ad Edoardo Leo e Il David di Donatello al Miglior attore non protagonista (a Calo Buccirosso); 2 Nastri d’argento alla Miglior commedia e al Migliore attore non protagonista a Claudio Amendola 1 Globo d’oro alla Miglior commedia.