Il grande Clint Eastwood, nel 2016, sbarcava al cinema con “Sully”, film drammatico basato su una storia realmente accaduta e cioè quella dell'ammaraggio del volo US Airways 1549, avvenuto il 15 gennaio 2009 nel fiume Hudson, ad opera di Chesley Sullenberger, che salvò la vita a tutti i 155 passeggeri. Eastwood ha voluto portare al cinema questa emozionante storia, basandosi sull'autobiografia “Highest Duty: My Search for What Really Matters”, scritta proprio dal capitano Sullenberger, assieme al giornalista giornalista Jeffrey Zaslow. Il protagonista assoluto è il mitico Tom Hanks che, anche stavolta, dimostra di essere uno dei pilastri assoluti di Hollywood offrendo una performance fenomenale. La pellicola ha incassato circa 240 milioni di dollari ma ci sono 5 curiosità che ancora non sapevate.

1. Tom Hanks e la giornata a casa di Chesley Sullenberg

Tom Hanks ha voluto trascorrere mezza giornata assieme al vero Chesley Sullenberg, a casa sua, durante la pre-produzione del film. Il pilota disse che era assolutamente impressionato dalla capacità dell’attore di cogliere ogni suo movimento fisico e sfumatura caratteriale. Sullenberg, successivamente, è stato anche presente sul set e ha aiutato il regista e la troupe a rispettare quanto più possibile i fatti reali.

2. Nel film c’è il vero Vincent Lombardi

Nel film è presente anche il vero Vincent Lombardi, il capitano del primo traghetto che si avvicinò per prestare soccorso dopo l’ammaraggio.

3. L’Airbus A320-214 è in un museo della Carolina del Nord

Il vero Airbus A320-214 coinvolto nell'incidente è stato recuperato dall'Hudson e messo in mostra al Museo dell'Aviazione della Carolina del Nord, situato a Charlotte, città di destinazione dello sfortunato volo. Infatti, i filmati mostrati durante i titoli di coda, con i passeggeri e l'equipaggio, sono stati girati proprio al museo.

4. La scena della zattera di salvataggio girata senza prove

Clint Eastwood ha volutamente filmato la fuga dei passeggeri sulla zattera di salvataggio senza fare prove per catturare con la telecamera i veri sforzi fisici degli attori e delle comparse. Anche Tom Hanks e  Aaron Eckhart non aveva nulla di scritto a riguardo nelle loro sceneggiature.

5. La premiere brasiliana rinviata per la tragedia della Chapecoense

La première brasiliana del film fu spostata da novembre e dicembre 2016 a causa della sciagura avvenuta nei cieli di Medellin quando un aereo della LaMia Airlines si schiantò al suolo facendo perdere la vita a 71 passeggeri, inclusi molti giocatori della squadra della Chapecoense.