26 CONDIVISIONI

Curiosità “Tre all’improvviso”: Katherine Heigl ha adottato due bimbe anche nella realtà

Il film del 2010, di Greg Berlanti, è incentrato sulla storia di Holly e Eric che, dopo la morte di una coppia di amici, si ritrovano a fare da tutori alla loro piccola Sophie. La convivenza forzata darà vita a scene surreali ma tremendamente romantiche e divertenti. Ecco 5 cose che non sapevate sul film.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Spettacolo Fanpage.it
A cura di Ciro Brandi
26 CONDIVISIONI
Immagine

Nel 2010, Greg Berlanti portava nelle sale il film “Tre all’improvviso”, incentrato sulla storia di Holly Berenson (Katherine Heigl) ed Eric Messer (Josh Duhamel), vecchi amici della coppia formata da Peter e Alison, che vengono scelti come padrini della loro prima figlia, Sophie. Purtroppo, a seguito di un incidente d’auto, i genitori della bimba muoiono e Holly ed Eric diventeranno i tutori legali di Sophie. Per il suo bene, metteranno da parte le loro insofferenze, anche se la convivenza non sarà affatto semplice. Il film è una commedia romantica davvero gradevole, ma ci sono 5 curiosità che dovete sapere.

1. Katherine Heigl ha adottato 2 bimbe anche nella realtà

Per il ruolo di Holly, Katherine Heigl ha preso spunto dalla sua esperienza di vita reale perchè l’attrice, nel 2009, ha adottato una bambina coreana di nome Nancy Leigh Mi-Eun e, 3 anni dopo, una seconda, Adalaide Marie Hope.

2. 3 gemelline per il ruolo di Sophie

La piccola Sophie, da neonata, è interpretata da 3 gemelline – Alexis, Brynn e Brooke Clagett – invece da grande da altre 2: Brooke e Kiley Liddell.

3. Le location del film ad Atlanta

Le riprese del film si sono svolte ad Atlanta, in una casa del quartiere residenziale di Buckhead. La panetteria di Holly, nel film, si trova al Belly General Store, nel Virginia Highland, un quartiere centenario con diversi piccoli complessi storici mentre le scene di Eric sul posto di lavoro si sono svolte al Turner Broadcasting System (TBS), vicino Techwood Drive, sempre ad Atlanta.

4. Le canzoni di Amy Winehouse

E’ la seconda volta che Katherine Heigl prende parte ad un film dove, nella colonna sonora, c’è una canzone di Amy Winehouse. Il primo è “27 volte in bianco”, del 2008, diretto da Anne Fletcher e lì il pezzo è "Valerie", di Mark Ronson e della Winehouse, mentre in “Tre all’improvviso”, nella scena in cui Holly si prepara per incontrare Eric nell’appuntamento al buio, il brano è “You Know I’m No Good”.

5. Il successo al botteghino

Il film è partito da un budget di produzione di 38 milioni di dollari e al box office mondiale ne ha incassati circa 106. Un ottimo successo.

26 CONDIVISIONI
Curiosità “27 volte in bianco”: la costumista ebbe problemi ad imbruttire Katherine Heigl
Curiosità “27 volte in bianco”: la costumista ebbe problemi ad imbruttire Katherine Heigl
Curiosità “Natale all’improvviso”: Diane Keaton e John Goodman veri cantanti provetti
Curiosità “Natale all’improvviso”: Diane Keaton e John Goodman veri cantanti provetti
27 volte in bianco: il trailer italiano
27 volte in bianco: il trailer italiano
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views