Tutte contro lui – The Other Woman”, la commedia di Nick Cassavetes, usciva nelle nostre sale nel 2014. La pellicola è incentrata sulla vendetta tutta di tre donne contro un fedifrago di prima categoria, e gliene faranno passare davvero di tutti i colori, proprio come succedeva nel celebre “Il club delle prime mogli”, di Hugh Wilson, del 1996. Protagonista è Carly (Cameron Diaz) che un giorno scopre per caso che l'uomo con cui ha una relazione è già sposato. Decide così di incontrare la moglie tradita, Kate (Leslie Mann), e con grande sorpresa, realizza subito di avere molte cose in comune con lei, diventandone amica. Quando poi le due scoprono che il fedifrago ha un'ennesima storia extraconiugale, uniscono le forze con la terza malcapitata, la bella Amber (Kate Upton), e pianificano la loro tremenda vendetta. Il film ha avuto un ottimo riscontro, ma ci sono 5 curiosità che ancora non sapevate.

1. La distorsione di Cameron Diaz

Durante la scena dell’inseguimento di Amber/Kate Upton, Cameron Diaz si procurò una leggera distorsione alla gamba che comunque non compromise il proseguimento delle riprese.

2. Il debutto di Nicky Minaj voluta proprio da Cassavetes

Il ruolo dell’eclettica Lydia era stato pensato per una ragazza ebrea, ma quando il regista Nick Cassavetes ha visto l’eccentrica rapper Nicki Minaj come giudice della trasmissione “American Idol”, ha deciso che sarebbe stata perfetta per la parte. La pellicola segna anche il suo debutto sul grande schermo.

3. Il transgender Dana è l’assistente di lunga data del regista

Non tutti sanno che Dana, il transgender che fa amicizia con il sexy e fedifrago Mark (Nikolaj Coster-Waldau) è Colin Bannon, assistente di lunga data di Cassavetes.

4. Il sexy Julian McMahon poteva essere Mark King

Il sexy Julian McMahon, noto per le serie tv “Streghe”, “Nip/Tuck” e per il ruolo del cattivissimo Victor Von Doom/Dottor Destino ne “I Fantastici 4”(2005), sostenne un provino per il ruolo di Mark King, ma alla fine fu scelto il danese Nikolaj Coster-Waldau, famoso per la parte di Jaime Lannister nella serie “Il trono di Spade”.

5. Kate Upton e la Miglior performance senza maglietta

La performance della supermodella Kate Upton, nei panni della giunonica Amber, non poteva passare inosservata e, infatti, agli MTV Movie Awards del 2015 ha ricevuto una meritatissima nomination come Miglior performance senza maglietta.