Dario Argento è intervenuto nel programma radiofonico Un Giorno da Pecora, su Rai Radio1, per commentare il remake di Suspiria ad opera del regista Luca Guadagnino: “Ho visto il remake di ‘Suspiria' al cinema. Non mi ha entusiasmato, ha tradito lo spirito del film originale: c'è poca paura, non c'è musica. Il film non mi ha molto soddisfatto, è così così, una pellicola raffinata, come Guadagnino che è una persona fine”.

Non usa mezzi termini, Dario Argento, che ha aggiunto anche un'opinione piuttosto piccata sulla regia di Luca Guadagnino, in nomination con il film Chiamami col tuo nome agli Oscar 2018: “Guadagnino fa bei tavoli, belle tende, bei piatti, tutto bello…”.

Come procede la preparazione del suo nuovo film? “Ci si incontra coi due sceneggiatori, si va avanti. Avevamo scelto un titolo ma non mi piaceva, era sbagliato, brutto”. Oggi si parla molto di pensioni e quota 100. Lei è pensionato? “Si, ma è molto bassa: 720 euro al mese”.