Finalmente, a partire dal 1° gennaio, sbarcherà nelle nostre sale “Suspiria”, attesissimo remake dell’omonimo film di Dario Argento, uscito nel 1977. In cabina di regia, stavolta, c’è il siciliano Luca Guadagnino, balzato all’onore delle cronache cinematografiche mondiali grazie al suo pluripremiato “Chiamami col tuo nome”. Il regista cambia totalmente genere per passare all’horror, raccontando la storia di Susie Bannion (Dakota Johnson), una ballerina americana che, nel 1977, va a Berlino per entrare nella prestigiosa Compagnia Helena Markos. Nell’Accademia è sotto la guida di Madame Blanc e stringe amicizia con Sara, ma un giorno la sua collega Patricia scompare e la giovane inizia ad essere pervasa da terribili e macabri sospetti sulla compagnia e quelli che ci lavorano. Nel cast, oltre alla Johnson, ci sono Tilda Swinton, Chloe Grace Moretz, Mia Gith e Lutz Ebersdorf.

Luca Guadagnino ha realizzato il suo sogno, dato che è un grandissimo ammiratore di Dario Argento, e ha rivelato cosa ha provato quando ha visto per la prima volta “Suspiria” quando era giovanissimo:

Mentre la mia famiglia mangiava, io andai a chiudermi in una stanza per guardarlo da solo. Il film era tutto ciò che aveva immaginato e molto di più. Ero terrorizzato ed euforico per il suo coraggio folle, la sua audacia formale, la musica, il potere evocativo del concetto di streghe. Il film ebbe un impatto così forte su di me che iniziai a pensare ‘Lo voglio rivedere. Voglio leggere più cose.’ Andai perfino in biblioteca alla ricerca di articoli dell'epoca in cui era uscito.

La sceneggiatura della pellicola è stata scritta da David Kajganich e la direzione della fotografia è di Sayombhu Mukdeeprom. Guadagnino ha affidato il montaggio all’italiano Walter Fasano invece alle musiche ha voluto il grande Thom Yorke, cantante dei Radiohead. Fondamentali nel film sono il trucco e i costumi curati, rispettivamente, da Fernanda Perez e Giulia Piersanti mentre le coreografie delle attrici sono state realizzate da Damien Jalet.

La trama

La ballerina americana Susie Bannion, nel 1977, arriva a Berlino per un'audizione presso la prestigiosa Compagnia di Danza Helena Markos e, grazie al suo talento, sorprende la coreografa della compagnia, Madame Blanc. Susie diventa prima ballerina, scavalcando Olga, che ha un crollo di nervi e accusa le direttrici della compagnia di essere delle streghe. Susie e Madame Blanc entrano sempre più in confidenza e, nel frattempo, appare la figura di uno psicoterapeuta che cerca di svelare i segreti più oscuri dell’istituto e, per farlo, si avvale dell'aiuto di un'altra ballerina, che esplorerà i meandri delle camere sotterranee della compagnia, dove l'attendono atroci scoperte.

Il cast

Dakota Johnson (Susie Bannion) è esplosa in tutto il mondo grazie al ruolo di Anastasia Steele nella trilogia di “Cinquanta sfumature”, ma ha già lavorato con Guadagnino nel film “A Bigger Splash”, così come il premio Oscar Tilda Swinton (Madame Blanc/Josef Klemperer/Helena Markos), che con “Suspiria” ha aggiunto al suo lungo curriculum di film il 54esimo tassello. Il resto del cast conta la presenza di Chloë Grace Moretz (Patricia Hingle), Mia Goth (Sara), Jessica Harper (Anke), Lutz Ebersdorf (dottor Jozef Klemperer), Sylvie Testud (Miss Griffith), Ingrid Caven (Miss Vendegast), Renée Soutendijk (Miss Huller), Angela Winkler (Miss Tanner), Elena Fokina (Olga), Fabrizia Sacchi (Pavla) e Małgosia Bela (la madre).

Le curiosità sul film che dovete sapere

1. Il regista Luca Guadagnino ha dichiarato di essere stato catturato dalla locandina di “Suspiria” di Dario Argento quando aveva solo 10 anni, in un cinema di Cesenatico. Il poster gli lasciò una sensazione indelebile, anche se non sapeva di cosa parlasse il film.

2. Per prepararsi al ruolo, Dakota Johnson ha preso lezioni di danza classica per circa due anni e ha dovuto seguire un regime alimentare alquanto drastico

3. Forse non tutti sanno che Jessica Harper, l’attrice protagonista di “Suspiria” di Dario Argento, del 1977, nel film di Guadagnino ha il ruolo di Anke, la moglie del dottor Jozef Klemperer/Lutz Ebersdorf. . Il regista ha detto che quando le ha proposto la parte, la Harper ha subito accettato, iniziando anche a prendere lezioni di tedesco per le sue scene.

4. Guadagnino ha iniziato a girare “Suspiria” solo 4 mesi dopo aver finito il pluripremiato “Chiamami col tuo nome”. La sua intenzione era quella di riportare tutto il cast del suo “A Bigger Splash”(2015), ma alla fine solo Tilda Swinton e Dakota Johnson sono presenti nel remake.

5. Nel 2008, anche il regista David Gordon Green aveva pensato ad un remake di “Suspiria” con Natalie Portman come protagonista principale. Il progetto, però, non è mai decollato.

6. Con 2 ore e 32 minuti di durata, il remake di Guadagnino è più lungo di circa 1 ora rispetto all’originale Dario Argento.

7. Lo sceneggiatore David Kajganich voleva che la danza riflettesse esattamente le emozioni delle donne del film. L’ispirazione per le coreografie è venuta dalle grandi ballerine Mary Wigman, Pina Bausch e Sasha Waltz.

8. Rispetto all’originale, in cui vengono usati colori esagerati, Guadagnino ha preferito colori “invernali”, senza colori primari, per dare di più il senso di desolazione.

9. Il regista si è divertito molto sul set di “Chiamami col tuo nome” con Vanda Capriolo. L’attrice era nei panni di Mafalda e Guadagnino l’ha voluta anche in “Suspiria”, dove veste i panni di Alberta.

10. Il film ha già vinto la Pellicola d’Oro ai Migliori effetti speciali (Franco Ragusa) e il Soundtrack Stars Award al Miglior brano originale per “Suspirium”, di Thom Yorke.