Il palermitano Luca Guadagnino sta conquistando la critica e il pubblico con “Chiamami col tuo nome”(“Call Me By Your Name”), straordinaria storia d’amore che sbarcherà nelle nostre sale a partire dal prossimo 25 gennaio. La pellicola è l’adattamento per il grande schermo dell’omonimo romanzo di André Aciman, pubblicato in Italia nel 2008 e ha come protagonisti il 17enne Elio (Timothée Chalamet) un musicista che, nell’estate del 1983, s’innamorerà perdutamente dello studente americano Oliver (Armie Hammer), col quale vivrà momenti indimenticabili e travolgenti. La sceneggiatura è stata scritta da James Ivory mentre le musiche sono di Sufjan Stevens. Il film è stato presentato in anteprima, lo scorso gennaio, al Sundance Film Festival, poi al Festival di Berlino, nella sezione Panorama e anche al Toronto International Film Festival, dove si è classificato terzo. Pochi giorni fa, è stato candidato a 3 Golden Globe (Miglior film drammatico, Miglior attore in un film drammatico a Timothée Chalamet e Miglior attore non protagonista ad Armie Hammer) e, sicuramente, avremo qualcuno per cui fare il tifo anche ai prossimi Oscar.

La trama

Guadagnino ci porta in una cittadina del Nord Italia, durante l’estate del 1983. Qui, Elio Perlman, un precoce diciassettenne americano, vive nella villa del XVII° secolo di famiglia passando il tempo a trascrivere e suonare musica classica, leggere, e flirtare con la sua amica Marzia. Elio ha un rapporto molto stretto con suo padre, un eminente professore universitario specializzato nella cultura greco-romana, e sua madre Annella, una traduttrice, che gli danno modo di approfondire la sua cultura in un ambiente che trabocca di delizie naturali. Mentre la sofisticazione e i doni intellettuali di Elio sono paragonabili a quelli di un adulto, permane in lui ancora un senso di innocenza e immaturità, in particolare riguardo alle questioni di cuore. Un giorno, arriva Oliver un affascinante studente americano, che il padre di Elio ospita per aiutarlo a completare la sua tesi di dottorato. In un ambiente splendido e soleggiato, Elio e Oliver scoprono la bellezza della nascita del desiderio, nel corso di un'estate che cambierà per sempre le loro vite.

Il cast

Il cast completo del film è composto da: Armie Hammer (Oliver), Timothée Chalamet (Elio Perlman), Michael Stuhlbarg (Sig. Perlman), Amira Casar (Annella Perlman), Esther Garrel (Marzia), Victoire Du Bois (Chiara), Vanda Capriolo, Antonio Rimoldi, Elena Bucci, Marco Sgrosso, André Aciman, Peter Spears.

Le curiosità sul film che dovete sapere

1. Inizialmente, il film doveva essere diretto da James Ivory con Shia LaBeouf e Greta Scacchi nel cast, ma poi è subentrato Guadagnino e Ivory è rimasto come sceneggiatore.

2. Le riprese si sono svolte, principalmente nella provincia di Cremona, quindi  nei comuni di Moscazzano, Montodine, Pandino e Crema.  Alcune scene sono state girate alle Cascate del Serio nel comune di Valbondione, a Bergamo ed alle Grotte di Catullo di Sirmione.

3. L’attore Timothée Chalamet ha imparato a parlare italiano e a suonare la chitarra prima delle riprese del film.

4. Armie Hammer e Timothée Chalamet non hanno sostenuto alcun provino per il film. Guadagnino si è innamorato del primo quando l’ha visto in “The Social Network”, mentre il secondo già lo aveva incontrato nel 2013.

5. La pellicola è dedicata alla memoria dell’attore Bill Paxton, morto nel febbraio 2016. Brian Swardson, marito di uno dei produttori del film, Peter Spears, era il migliore amico di Paxton nonchè suo agente e di Chalamet. Lo stesso Paxton visitò il set in Italia e diventò molto amico di Guadagnino.