120 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito

Doppiaggio in pericolo, sempre più sale proiettano film in lingua originale

La richiesta di proiezioni in lingua sta crescendo sempre di più e sia i distributori che i registi osservano il fenomeno con particolare attenzione. Un esempio fra tutti quello di “Django Unchained” preferito, a Roma, in inglese piuttosto che in versione doppiata.
A cura di Aureliano Verità
120 CONDIVISIONI
Doppiaggio Italiano

Per quanto il doppiaggio italiano sia tra i migliori al mondo, pare che anche il Bel Paese stia rivalutando le proprie posizioni rispetto ai film in lingua originale. Al giorno d’oggi, sia giovani che adulti utilizzano internet frequentando anche siti stranieri e la conoscenza dell’inglese ha raggiunto livelli base per tutti. Anche il pubblico cinematografico sembra aver cambiato i propri gusti riguardo ai film in lingua, caso eloquente quello dell’ultimo film di Tarantino. Django Unchained infatti, in programmazione presso uno dei più importanti cinema di Roma, sta avendo maggiori incassi nella versione originale sottotitolata, piuttosto che con quella in italiano. Per quanto sia ancora una tendenza elitaria, basti pensare al fatto che di 47 schermi su cui viene proiettato il film, solamente in tre sale è in lingua originale, i presupposti ci sono tutti perché questa tendenza prenda piede.

Molte sono le voci che si sono levate dal mondo del cinema stesso, da chi è impegnato dietro la macchina da presa come Marco Tullio Giordana che ha espresso un parere più che favorevole ai film in lingua:

La versione originale di un film è sempre preferibile, perché il doppiaggio porta spesso verso una mistificazione del significato originale. Doppiare un film non è come tradurre un romanzo, ma piuttosto è come tradurre una poesia. È senza dubbio un lavoro complicato. Il mio sogno da cinefilo è che per tutti i film distribuiti in Italia un giorno sia prevista la programmazione di una copia in originale. Oggi le lingue si parlano molto più di qualche anno fa. Per le generazioni più giovani che si muovono sulla rete si può quasi dire che l'inglese non sia più una lingua straniera e quindi pensare di vedere film in originale senza aiuti aggiuntivi non è così anormale.

Anche dal fronte della distribuzione si sta osservando questo fenomeno con curiosità e interesse. La Universal ha fatto sapere che molti tra i film più attesi del suo listino saranno distribuiti anche in lingua originale e anche case di distribuzione minori come la Bolero, asseconderanno questa crescente richiesta del pubblico. Il pluripremiato film “Re della terra selvaggia” infatti, arriverà in sala con un buon numero di copie in originale. A Roma non sono pochi i cinema che offrono la possibilità di vedere film sottotitolati, tra questi il Barberini, il Nuovo Olimpia, il Lux, l’Odeon e in alcune occasioni anche il Greenwich e il Nuovo Sacher. A Milano i cinema che si prestano sono l’Anteo, l'Arcobaleno e il Mexico ma anche in altre città italiane come Bari, Bologna, Parma, Modena, Ravenna e Catania ci sono esercenti che mettono a disposizione versioni in originale.

120 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views