22.880 CONDIVISIONI
18 Aprile 2016
15:41

È morta Karina Huff, la Susan di ‘Sapore di Mare’

Era la bionda attrice resa nota al pubblico italiano dal cult di Vanzina. Se n’è andata soli 55 anni, come annunciano i post commossi degli amici sulla sua pagina Facebook. Da anni lottava contro un tumore al seno.
A cura di Valeria Morini
22.880 CONDIVISIONI

Lutto davvero triste e inatteso nel mondo del cinema: a soli 55 anni, è morta Karina Huff, la bionda attrice inglese nota al pubblico italiano soprattutto per essere stata la Susan del cult di Carlo Vanzina anni '80 "Sapore di Mare" e "Sapore di mare 2". Era apparsa anche in "Vacanze di Natale".

L'annuncio arriva dalla pagina Facebook della Huff (vero nome Carrina Corona Elizabella), dove un amico ha pubblicato un emozionante messaggio. La Huff era nata a Londra il 1º gennaio 1961. Nel 2008, la scoperta di un tumore al seno, solo apparentemente sconfitto qualche anno fa.

Caro dolce Carrina. Sono così triste per il fatto che tu ci abbia lasciati. Ti conoscevo da quando avevi nove anni. Non avevo mai incontrato qualcuno con i capelli lunghi come i tuoi ed è stato sempre stimolante e molto divertente uscire con te nei giorni tempestosi. Ci mancherai. Che tu possa trovare amore, luce e pace. 

La carriera nel cinema italiano

Biondissima, occhi azzurri, si fece notare proprio grazie alle pellicola vanziniane: nel 1982 la sua bellezza anglosassone conquistava svariati personaggi nella commedia "Sapore di Mare" (e nel relativo seguito di un anno dopo), mentre nella versione "invernale" "Vacanze di Natale" era l'americana Samantha fidanzata di Christian De Sica. Sarebbe apparsa anche in "Giochi d'estate" di Bruno Cortini, "Domani mi sposo" di Francesco Massaro, "Animali metropolitani" di Steno, "La partita", ancora di Carlo Vanzina   Non fu solo attrice di commedie: recitò ne "Il gatto nero" di Luigi Cozzi (inedito in Italia) e in due film di Lucio Fulci, "La casa del tempo" e "Voci dal profondo".

Alla conduzione di "Popcorn" su Canale 5

La sua carriera era però iniziata qualche anno prima sul piccolo schermo, come showgirl nel programma di Raidue "Signori Si Parte" e conduttrice, dal 1980 al 1985 di Popcorn, il primo programma musicale della Fininvest andato in onda su Canale 5. Nel dicembre 1981 fu sulla copertina di Playboy, dove veniva indicata come la rivale di Heather Parisi, per poi apparire tre anni dopo – sempre senza veli – su quella di Playmen. Nel 1988 era lei a ballare nella sigla finale del serial cabarettistico "Zanzibar".

La scoperta del cancro

Dopo un'apparizione non accreditata in "Le nuove comiche" nel 1994, i ritirò dal cinema, per poi apparire a "Meteore" nel 1999 e tornare in tv nel 2013, come ospite di Barbara D'Urso a Domenica Live. "Dopo una doccia toccandomi il seno ho scoperto di avere un nodulo e ho capito subito che si trattava di qualcosa di grave": così raccontò la scoperta del cancro, solo apparentemente sconfitto per due volte. Nel suo blog personale, la bionda e sempre bellissima ex inglesina della commedia italiana ha raccontato la lunga lotta alla malattia, che alla fine non le ha lasciato scampo.

22.880 CONDIVISIONI
Carlo Vanzina:
Carlo Vanzina: "Karina Huff era solare e piena di energia, non aveva più voglia di fare l'attrice"
2.289 di StefaniaRocco
Morta Karina Huff, Brigliadori:
Morta Karina Huff, Brigliadori: "Vittima delle cure sbagliate, la chemio è veleno inutile"
L'ultima volta in tv di Karina Huff:
L'ultima volta in tv di Karina Huff: "Amerò sempre l'Italia"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni