È morto a 60 anni Kelly Asbury, regista di alcuni tra i film di animazione maggiormente amati dai bambini di tutto il mondo. A ufficializzare la scomparsa dell’uomo è stata la sua manager Nancy Newhouse Porter che in una breve dichiarazione rilasciata a Deadline ha confermato la notizia della morte: “Era una delle persone più ammirate e amate nell’industria. È un momento davvero straziante per tutti”. Asbury aveva firmato numerosi cult dell’animazione digitale come Shrek 2 (nel doppio ruolo di regista e doppiatore di alcuni personaggi) e Spirit – Cavallo Selvaggio. Da anni lottava contro un cancro.

I film firmati da Kelly Asbury

Prima di morire, Asbury aveva diretto film come Gnomeo & Giulietta, I Puffi: Viaggio nella Foresta Segreta e Pupazzi alla Riscossa. Aveva inoltre collaborato a vario titolo alla realizzazione di numerose altre pellicole destinate al cinema dedicato soprattutto ai giovanissimi. Numerosi i titoli di rilievo come La Sirenetta (sviluppo visivo), Bianca e Bernie nella terra dei canguri (storyboard), La Bella e la Bestia (sviluppo visivo e storia) e Taron e la Pentola Magica (animatore). È stato inoltre sceneggiatore di Toy Story – Il Mondo dei Giocattoli, Galline in fuga, Shrek, Kung Fu Panda, Madagascar, Ralph Spaccatutto e Frozen – Il regno di Ghiaccio. Nel 1993, aveva assistito Tim Burton nel film The Nightmare Before Christmas.

La morte di Kelly Asbury

Asbury, secondo quanto riferito dalla sua agente, è morto “serenamente” nella sua casa di Encino, in California. Si era ammalato di cancro ma, da appassionato, ha continuato a lavorare fino alla fine. La disegnatrice Jenny Lerew, che con il regista aveva più volte collaborato, ha scritto in un tweet: “Era un uomo divertente e generoso. Ha diretto 3 film mentre lottava contro un cancro al quarto stadio”.