È ormai prassi il fatto che il mondo del cinema attinga a piene mani da quello delle fiabe. Se in passato la Disney si è fatta portavoce degli adattamenti cinematografici, sotto forma di cartoni animati, e più recentemente reinterpretati in live-action, anche altre case di produzione hanno si sono decise a battere la strada delle favole e quindi ecco che anche Netflix tenta l'impresa. Il film in questione è Pinocchio, recentemente rivisto da Matteo Garrone, che avrà come regista Guillermo del Toro, vincitore dell'Oscar per il film "La forma dell'acqua". Per questa nuova reinterpretazione della favola scritta da Carlo Collodi, già sono stati scelti i personaggi e, uno dei più importanti, il Grillo Parlante avrà il volto di Ewan McGregor.

Ewan McGregor parla del suo ruolo

L'attore scozzese è stato scelto per interpretare questo personaggio, come lui stesso ha affermato in un'intervista rilasciata ad Ace Universe, di aver quasi portato a termine il suo lavoro, anche se il film è girato in stop motion, ragion per cui le riprese sono più del solito: "Interpreterò il Grillo Parlante nella versione di Pinocchio di Guillermo del Toro. Ho iniziato a lavorarci prima di trasferirmi a New York, perciò parte dei dialoghi è registrata. Il mio lavoro è quasi terminato. Potrebbe esserci o non esserci una canzone da registrare, ma non so se sono autorizzato a parlarne". 

Il film riprenderà la storia di Carlo Collodi

L'idea di Guillermo del Toro non è quella di riscrivere la storia, come è accaduto per altre trasposizioni cinematografiche, ma l'intenzione sarebbe quella di affidarsi al racconto di Carlo Collodi che, quindi, si affida ad una narrazione più cruda e realistica, delineando la storia del burattino che diventa un bimbo vero. Stando alle prime notizie trapelate sul film, non mancherà l'aspetto "spettacolare" della vicenda, affidato alle musiche e al canto, cosa in cui Ewan McGregor ha già dimostrato di essere particolarmente ferrato, difficile dimenticarlo in Moulin Rouge. L'ambientazione sarà un'Italia degli Anni Trenta e l'intera pellicola prenderà ad esempio prodotti cinematografici come "Il labirinto del Fauno".