18 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito

Fanpage incontra il cast del film “Reality”: “Un sogno realizzato grazie a Matteo Garrone” (INTERVISTE)

Il nuovo, attesissimo film del regista di “Gomorra” è finalmente nelle sale. Venerdì scorso Fanpage ha incontrato, in occasione della prima napoletana al cinema Modernissimo, Loredana Simioli, Lello Ferrante, Nello Iorio, Nunzia Schiano e Rosaria D’Urso.
A cura di Maura Corrado
18 CONDIVISIONI
cast-reality-simioli

Felici, tesi ed emozionati come cinque bambini all’appuntamento con il primo giorno di scuola. Quella di venerdì 28 settembre rimarrà una giornata da ricordare  per  Loredana Simioli (Maria), Lello Ferrante (Enzo), Nello Iorio (Massimone), Nunzia Schiano (zia Nunzia) e Rosaria D'Urso (zia Rosaria): il giorno del grande debutto per uno dei film più attesi della nuova stagione cinematografica made in Italy, “Reality” di Matteo Garrone.  Fanpage ha incontrato i cinque attori a Napoli – città nella quale è ambientata la storia che ha come protagonista il pescivendolo Luciano (Aniello Arena) -, presenti al cinema Modernissimo per salutare il pubblico e raccontare qualche gustoso retroscena legato alla lavorazione della pellicola. Come quello riportato da Lello Ferrante:

Avevo appena finito di registrare (con i Ditelo Voi, trio comico di cui fa parte, ndr) la parodia di Gomorra, Gomorroide. Stavamo per lanciarla sul web ed è arrivato l’incontro con Garrone. Per fortuna l’ha presa bene, ha mostrato una grande autoironia”.

Altro che Moretti e la giuria di Cannes: amici e parenti sono stati i giudici più attenti delle interpretazioni offerte dai componenti del cast che, dopo anni di teatro, cabaret e fiction tv raccolgono i frutti di una dura gavetta (per Nunzia Schiano si tratta del secondo grande successo cinematografico dopo l’exploit di “Benvenuti al Sud”). Ai nostri microfoni anche Marita D’Elia, casting director del film: se è vero che “Reality” offre uno spaccato agro-dolce legato a sogni ed ossessioni dell’Italia contemporanea, tutto è partito proprio dal casting, trasformatosi ben presto in un’indagine socio-antropologica non priva di sorprese.

18 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views