22 Maggio 2010
22:05

Ferzan Ozpetek cittadino onorario di Lecce

Da Instanbul al Salento il regista di Mine Vaganti ora è cittadino del capoluogo salentino.
A cura di Ambra Zamuner

 

ferzan ozpetek cittadino leccese

Con sommo piacere e dopo essersi innamorato della città pugliese, Ferzan Ozpetek ottiene la cittadinanza leccese, direttamente dalle mani del sindaco Paolo Perrone che ha ricordato come il regista abbia scelto e onorato sempre la cittadina e l'abbia resa riconoscibile nel suo ultimo film Mine Vaganti. Il successo della pellicola al Tribeca Film Festival di New York e l'inserimento di Lecce nelle guide turistiche più famose come Lonely Planet e Best Travel hanno poi concluso il discorso del primo cittadino che fieramente ha consegnato la pergamena nelle mani di Ozpetek.

L'atmosfera familiare in cui il regista ha potuto lavorare nei mesi in cui il set ha occupato Lecce, lo hanno portato anche a concludere Mine Vaganti con frasi struggenti e amore infinito per la terra in cui una delle protagoniste è cresciuta: Nessuno più di me l'ha conosciuta, questa terra. Nessuno come me sa sentire il suo odore. Nessuno ha negli occhi il colore di questo cielo come ce l'ho io…e la terra ha ringraziato a modo suo chi ha saputo esportare il calore e il senso di appartenenza oltreoceano, rendendo fiero cittadino onorario un uomo che l'Italia l'ha sempre amata e raccontata attraverso le vite dei protagonisti delle sue storie.

Il mare di Puglia e la storia che la regione sa trasmettere hanno da oggi quindi un nuovo e illustre amico e vicino di casa, amato dal pubblico sparso in tutto il territorio italico, che l'ha premiato anche al botteghino rendendo Mine Vaganti appetibile e rumoroso tanto da attrarre i mercati esteri e le critiche mondiali.

Ambra Zamuner

Ozpetek e le mine vaganti
Ozpetek e le mine vaganti
Mine Vaganti, Ozpetek premiato al Tribeca Film Festival
Mine Vaganti, Ozpetek premiato al Tribeca Film Festival
Mine Vaganti in concorso al Tribeca Film Festival
Mine Vaganti in concorso al Tribeca Film Festival
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni